lector e i suoi ascolti

lector

lector : Ma qui è più pieno

| DeRango™: 11,96    Abbonato

Ma qui è più pieno del 124 barrato all'ora di punta! Non c'è più in posto a sedere!
Allora!
Qualcuno ha parlato.....
Si era detto di stare zitti.....
Si deve essere venuto a sapere quello che facciamo tutte le sere qua dentro!
Feste, champagne, cubiste, olive e noccioline (tutto offerto da G), roba che neanche al papeete....
BËL (04)
BRÜ (00)

tia: olive taggiasche spero!
lector: Adesso non esageriamo!
tia: Kalamata?
lector: Ho detto che offre G....non esageriamo
lector: Salatini e birra nazionale
tia: ah ok.. Saclà denocciolate, tagliate a metà in salamoia + birra Peroni. Tristeza!
lector: Ecco!
Dislocation: @[G] al Papeete, che brutta immagine...
G: Mi ci faccio esplodere e do il via alla rivoluzion, prometto, ma intanto voi abbonatevi!
dsalva: io non mi sono accorto di niente........cioe' dov'erano le cubiste?
lector: Tu dormivi!
lector

lector : The Cars - Drive (OFFICIAL

| DeRango™: 17,92

The Cars - Drive (OFFICIAL MUSIC VIDEO) R.I.P.
Se ne è andato anche Ric Ocasek. Così, di botto, all'improvviso....
Adesso, forse, finalmente potremo dirci che era davvero uno dei grandi.

BËL (10)
BRÜ (00)

perfect element: Che fosse un grande, lo sostengo da tempo immemore.
Carlos: No cazzo. RIP
hjhhjij: Certo che era un grande, i Cars meraviglioso gruppo pop-rock.
imasoulman: ecco riuniamoci tutti, noi che sappiamo...
lector

lector : Daniel Johnston - True Love

| DeRango™: 51,06

Daniel Johnston - True Love Will Find You In The End R.I.P.
Quando gli dissero che Kurt Cobain era un suo fan, lui chiese: "chi è?" E davvero non sapeva chi fosse. Ma lo amavano in tanti, da Bowie a Tom Waits, dai soliti Sonic Youth ai Butthole Surfers, e Jad Fair che ci ha fatto un disco insieme e Mark Linkous che, invece, un altro glielo ha prodotto (e divinamente arrangiato) e tanti, tanti altri. Non male per uno che - cresciuto a Bibbia, Beatles e Capitan America - componeva la sue prime cose nel garage di casa con una chitarra ed un organetto giocattolo e le registrava su di un vecchio registratore da pochi soldi solo per regalarle in giro o scambiarle con qualche fumetto.
Questo prima che Laura facesse a pezzi il suo cuore.
Ma non è colpa di Laura, la sua mente era già malata. Ha vissuto tutta la sua vita seduto sul ciglio dell'abisso. Disperato e gioioso come può esserlo un bambino. Ingombrante come può essere solo un adulto. Bulimico, più di ventiquattro dischi, partecipazioni, tributi e persino le musiche per un balletto!
E oggi che i suoi disegni vengono esposti nelle gallerie d'arte e i suoi dischi custoditi gelosamente da chi lo conosce e lo ama, lui vive (ormai ultracinquantenne) con i suoi genitori e, forse, nemmeno gli interessa. In fondo è stato felice solo quando vendeva pop corn in un luna park.
E ora se ne è andato e, chissà se ha avuto il tempo di guardarsi indietro....

BËL (20)
BRÜ (00)

lector: Avevo scritto questa cosetta per lui tempo fa, ora mi sembra che possa valere per un piccolo saluto.
tia: Un acquarello il tuo saluto che ben tratteggia il suo carattere schivo. Bravo Lector, mai una in più, mai una in meno.
luludia: grazie...
lector: Grazie a te
nangaparbat: superbo epitaffio, bravo.
lector: Grazie
IlConte: Non lo conosco... da tempo dico di rimediare... Grande Lec R.I.P.
lector: Un magnifico perdente. Ciao nobile
Almotasim : Bravo Lector! Se non sbaglio, la prima comparsa di questa sua meravigliosa canzone è stata quella in "Retired Boxer": True Love Will Find You In The End La amo ancora di più in questa fragilità intima.
lector: Fragilità, giusto.
imasoulman: probabilmente gli dei buoni lo baciarono col talento di un paul mccartney o di un brian wilson, certamente gli dei cattivi in quello stesso emisfero cerebrale incisero una riga profonda come lo 'sgaro' di un vandalo che passa la chiave alla portiera, di uno scarpone da sci che cammina su un parquet di palissandro. La rockstar dello spazio recluso ha fatto click definitivamente Ci restano centinaia di melodie celestiali e di disegnini da giardino d'infanzia…
lector: Ecco, così andava detto.
luludia: porca di quella puttana!! questa è una zot celestiale !!!!!!
imasoulman: troppi celestiali in questa zot...;)
luludia: e beh, stiam sempre a parlar del diavolo, un po' di cielo non ci farà male...
proggen_ait94: grazie
lector: Grazie a te.
lector

lector : L'Uomo da Sei Milioni di

| DeRango™: 11,89

L'Uomo da Sei Milioni di Dollari 1974 Sigla (the Six Million Dollar Man)
Tsè! Mi fa un baffo ammè 'sto tizio qui! Ammè.

BËL (05)
BRÜ (00)

sergio60: Perché?... C hai 7 milioni tu? 😂😂😂
lector: No, ma sono diventato bionico pure io!
sfascia carrozze: Io preferivo la Donna Maiolica.
Onirico: Sono troppo giovine, non rimembro. Ma vale la pena di vederlo, qualsiasi cosa esso sia?
sergio60: Lascia perdere... È la storia di un disgraziato che in seguito ad un incidente, credo se non ricordo male, viene ricostruito in laboratorio, una specie di cyborg, solo che in tutta la serie non si menziona mai la sua fava, 2 sono le cose, o una sorta di pudore ne impediva la menzione, oppure 6 miln. Di dollari non sono bastati a fargli avere una fava bionica 😂😂😂😂
sfascia carrozze: Dica la verità: Lei ama i colpi bassi.
sergio60: No davvero.. Tengo molto ai miei gioielli
sfascia carrozze: No, ma non intendevo di autoinfliggerseli.
Onirico: @[sergio60] Mi ha ricordato questa storia---->https://it.blastingnews.com/salute/2017/06/subisce-un-trapianto-di-pene-ma-non-proprio-tutto-va-per-il-meglio-001783919.html @[sfascia carrozze] E' qvesto il tatuaggio givsto!
Onirico: Subisce un trapianto di pene, ma non proprio tutto va per il meglio
sfascia carrozze: Ho appena letto una DeBestemmia: che qualcun_ banni @[Onirico] , please.
Onirico: E' lei che ha lo scettro del podere!
puntiniCAZpuntini: Ho collegato ora STEVE AUSTIN. Non ricordavo si chiamasse così, e in 2 secondi ho connesso una decina di testi Rap e tutte le cose che diceva Steve Austin il Wrestler (che credevo fosse il referente delle citazioni, ma non calzavano per niente). Non mi capitava da tempo di ricevere così tante informazioni in un millisecondo, di poco non esplodevo.
puntiniCAZpuntini: Comunque senza il suono che faceva quando saltava/correva/cagava, sta sigla non serve a niente. Il bello è che quel suono non lo puoi neanche scrivere, una figata.
Bubi: Non me lo ricordo, ma vado a fiducia. In fatto di sigle quella che ricordo meglio è questa... Sigle telefilm - BONANZA
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 10)

| DeRango™: 12,26

Tradurre è sempre tradire. 10) New Wor(l)d Hawdah
LKJ The New World Order

L’assassin’e’ Kigali dovranno esser’operatori sanitari
Chill’ macellari di Butare dovranno esser’operatori sanitari
I selvaggi a Chatila dovranno esser’operatori sanitari
E bestie bosniache dovranno esser’operatori sanitari. Nel nuovo ordine mondiale
Miett ‘na vecchia garza sporca ‘ngopp’a faccia cicatrizzata dell’umanità. Il vecchio ordine svela e rivela a’ piaga antica che s’ariapre e fa ancora male. La ferita primitiva che o’ tiempo non guarirà
E nello scorrere ro’ sangue che si ripete, i tiranni tribali saldano i loro conti.

L’assassin’e’ Kigali dovranno esser’operatori sanitari
Chill’ macellari di Butare dovranno esser’operatori sanitari
I selvaggi a Chatila dovranno esser’operatori sanitari
E bestie bosniache dovranno esser’operatori sanitari. Nel nuovo ordine mondiale
E’ semp’a stessa vecchia sindrome di Caino e Abele, ancora cchiù antica ra’ caduta e Roma. Ma nel nuovo ordine mondiale l’atrocità è solo o’ nuovo linguaggio ra’ barbarie.
Sterminio di massa - Normalizzato
Pogrom - Razionalizzato
Genocidio - Sterilizzato
E l’antico peccato tribale mò o’ chiammano pulizia etnica.
E quindi
L’assassin’e’ Kigali dovranno esser’operatori sanitari
Chill’macellari di Butare dovranno esser’operatori sanitari
I selvaggi a Chatila dovranno esser’operatori sanitari
E bestie bosniache dovranno esser’operatori sanitari
Pra Pram Pram
Dint’o nuovo ordine mondiale

Ecco, per l’ultima delle mie traduzioncine ho proprio esagerato!
Primo: non potendo (sapendo) tradurre direttamente lo slang di Linton, ho usato una traduzione inglese del testo originale (che si possa dire anche di me “gran traduttor de’ traduttori”….).
Secondo: non sapendo come poter rendere la “parlata” di Linton, quel suo slang popolare ed, al tempo stesso, letterario ho deciso di usare il napoletano. Non ho tradotto tutto il testo in napoletano (l’effetto sarebbe stato grottesco) ma ho solo inframmezzato il testo di “suoni” e cadenze napoletane.
Un trucco che, temo, scada – di tanto in tanto – nel comico involontario.
Ma tant’è, questo è un omaggio a quello che io ritengo uno dei più grandi; e poi non credo che lui lo verrà mai a sapere….




BËL (05)
BRÜ (00)

dsalva: Sei un grande!
lector: Maddai..... thanx
dsalva: Appena posso traduco qualcosa anche io e ti stupirà
lector: Ne sono certo
Almotasim : Applausi!
lector: Troppo gentile :-)
Almotasim : Aggiungi qualche altro pezzo, dai dai!
lector: Appena trovo un po' di tempo.... Grazie per l'apprezzamento.
JonatanCoe: Che dire...
lector: ....ho esagerato, lo so
JonatanCoe: Chiamalo 'esagerare'...
imasoulman: sheer genius (in questo caso, pure tu...) PS ma 10 son veramente troppi pochi, dai...
lector: Lui, lui, altro che io.... Lo so che 10 sono pochi. Se riuscissi a trovare il tempo....
tia: Ma Ella usa gugol transletor?
lector: Esatto!!
Zimmy: Grande Lector!! Lui non lo conoscevo, fa parte di un genere che non ho mai frequentato, ma lo trovo davvero interessante. L'operazione traduttoria, fantasiosa e intelligente, mi rimanda alla mente, si parva licet ("parva" per modo di dire), certe ben note prodezze di De André/Bubola traduttori di Dylan ("Strignem' o Maddalena, 'stu desert' finirà, e tu potrai ballare 'o fandango"). Dicono peraltro che il buon Faber ignorasse la lingua d'Albione: anche lui dunque "gran traduttor…
lector: Sei sempre troppo benevolente con le mie bagatelle, grazie.
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 9)

| DeRango™: 22,30

Tradurre è sempre tradire. 9) His Name Is Andrew
David Ackles - His name is Andrew

Lui si chiama Andrew
Lavora in una fabbrica di conserve e non ha un solo amico. Ha scelto di aspettare da solo che la sua vita finisca.
Quando Andrew era solo un ragazzino conosceva a memoria le parole di tutti gli inni di lode. E li cantava la domenica e poi li cantava anche il lunedì. E ad aprile e maggio.
E sentiva ripetere quelle parole: Dio è amore, Dio è amore.
E lui ci credeva.
Ecco, questo bambino era Andrew.
Lui era vissuto in un mondo di innocenza, il leone mostrava i denti su di lui e lui cantava tra le braccia di Dio.
Poi il vento ha canticchiato la sua canzone e quando Andrew divenne adulto e ventunenne si allontanò da Dio stupendosi di quello che aveva fatto.
Perché lui cantava ancora i suoi inni ogni domenica ma poi restava confuso fino a lunedì. C’era silenzio nella sua testa.
E per scherzo diceva: Dio redime, Dio redime.
E lui ci credeva
Ecco quest'uomo era Andrew
Poi lo raggiunse una voce che sembrava piena di quiete, a riportarlo tra le braccia della Grazia. Ma si perse in oscure boscaglie, verso un luogo notturno.
E quando Andrew tornò ad amare la luce, alzò ancora la sua voce per cantare nella notte.
Ma il predicatore della domenica lo aveva sentito cantare di lunedì e lo fermò con una parola.
E nel buio ha sentito una voce: Dio è morto, Dio è morto.
E lui ci credeva
Io mi chiamo Andrew e lavoro in una fabbrica di conserve. Non ho un amico perché ho scelto di aspettare da solo che la mia vita finisca.

BËL (09)
BRÜ (00)

luludia: oh, finalmente uno che non conosco!!!!
lector: Non conosci Ackles?! Continuiamo così, facciamoci del male....(cit.)
luludia: lo conosco di nome, ovvio...verrà anche il suo momento...alle volte mi dico che potrei vivere felice anche conoscendo solo un decimo della musica che conosco...e maledico (benedico) il debasio che praticamnte ogni giorno suggerisce qualcosa...
imasoulman: secondo me, benederai quel momento in cui lo conoscerai...anzi, un po' ti invidio. E' così rara, l'estasi...
hellraiser: Qui mi sa che Munsù @[imasoulman] arriva. Oh ssi che arriva.. come DeLigt alla Juve.. piano, con calma..
lector: Questi continuano a comprare giocatori e poi, tanto, il vero affare lo fanno comprando gli arbitri....
imasoulman: ti pregherei di alzare un po' il livello della polemica ;)
lector: Polemica?
imasoulman: ah, no?
lector: E' come se il Berlusca si preoccupasse di comprare i giornalisti che lo intervistano a Studio Aperto....
lector: E' lo spreco che mi dispiace
imasoulman: e arrivo sì...e non dico nulla, perchè non c'è nulla da dire, in certi casi
Almotasim : Huh!
lector: Gulp
dsalva: bella scoperta....non conoscevo, ora si
lector: Sono proprio contento di avertelo fatto conoscere
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 8)

| DeRango™: 14,10

Tradurre è sempre tradire. 8) Love Story
Randy Newman - Love Story (You And Me)
Mi piace tua madre, mi piace tuo padre e mi piaci tu.
E anch'io ti piaccio
Bene, prenderemo un predicatore, ti comprerò un anello, noleggeremo un complesso con la fisarmonica, con Il violino e con un tenore che sappia cantare.
Io e te, piccola. Io e te, io e te, io e te, io e te, io e te, piccola.
Avremo un bambino o, forse, ne adotteremo uno. E dovrà essere eterosessuale, mica vogliamo un invertito. Berrà la sua tisanetta da una grossa tazza di ottone. Un giorno potrebbe anche diventare Presidente se le cose andranno per il loro verso.
Io e te, piccola. Io e te, io e te, io e te, io e te, io e te, piccola.
Andrò giù in città col treno tutti i giorni. Qualcuno potrebbe dirti che sei un po’ ordinaria – ma io credo che tu sia carina, specialmente al mattino. Qualche sera andremo fuori a ballare se non sarò troppo stanco. E qualche notte ci accoccoleremo guardando il Late Show vicino al fuoco.
Poi, quando i nostri ragazzi saranno cresciuti e avranno altri ragazzi da crescere, ci cacceranno via, andremo in un tranquillo edificio giù in Florida. Lì giocheremo a dama tutto il giorno.
Finché non andremo all'altro mondo.

BËL (06)
BRÜ (00)

imasoulman: ecco...sì, mancava zio Randy. (il sogno dell'america puritana - dio, patria e famiglia - sventrato in tre-strofe-tre. Unico)
lector: Una delle mie preferite
imasoulman: boh...tra i suoi dischi classici c'è solo l'imbarazzo della scelta. Ma anche solo rimanendo all'attualità, vogliamo parlare LETTERARIAMENTE di un pezzo come 'Putin'? Parlare a nuora perchè suocera intenda? (il suo Donaldone Nazionale)
imasoulman: visto che c'è chi fa la rassegna cover....https://www.debaser.it/main/Video.aspx?y=kzmDH6M8zRg (vogliamo parlarne?)
lector: Alcune sue invettive politiche (vedi "A Few Words in Defense of Our Country" o "Political Science", per dire) sono puntutissime, anche se io lo preferisco quando usa quella sua cinica ironia, sottile ed aristocratica. Tipo in questa "Love Story". Ma perché non ha il successo che merita?
imasoulman: Marianne Faithfull - In Germany Before the War
imasoulman: perchè da trent'anni e passa si dedica al suo grande amore: il soundtracking lasciar passare dieci anni sempre tra un disco 'di canzoni' e il successivo (per inciso, mai meno che buono, per non dire ottimo) comporta quello status di culto che solo palati sopraffini sono in grado di degustare
lector: Amen!
imasoulman: e poi senza per l'appunto godere dei testi pregni di quell'ironia cinica totale (il contraltare sul pentagramma di un Billy Wilder) significa sottrarre metà valore al suo pur iteccelso songwriting. Ma chi in questi tempi del 'tutto e subito', della musica liquida da internet, una botta e via, può avere la capacità di soffermarcisi sopra ed apprezzare? In ogni caso, povero mondo...
lector: La robba bbuona è sempre per pochi....
dsalva: Non conoscevo...ora conosco e sono contento!!
lector: Son contento anch'io
JonatanCoe: "La vita non è trovare te stesso. La vita è creare te stesso" (George Bernard Shaw). L'introspezione e i viaggi spirituali contenuti nei brani che metti sotto la lente ingrassano benevolmente la nostra anima. Che te lo dico a fare... ps. Non conoscevo artista e brano prima che m'illuminassi.
lector: Thanx.
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 7)

| DeRango™: 25,09

Tradurre è sempre tradire. 7) Shipbuilding
Elvis Costello - Shipbuilding
È bene? E’ cosa buona e giusta?
Ci sarà un bel cappotto e scarpe nuove per la moglie e una bicicletta per il compleanno del ragazzo, è solo una voce che corre in città sulle bocche di donne e bambini: presto costruiremo navi.
Però, mi sorgono domande:
Il ragazzo ha detto: "papà, mi chiameranno per fare la mia parte ma, forse, sarò di ritorno per Natale"
È solo una voce che corre in città: c’è chi dice che c’è qualcuno che ha cominciato a menare le mani perché non vuol più sentirsi dire che c’è chi muore, ucciso dalle navi che costruiamo.
Con tutta la protervia del mondo messa in mare per prendere vite e affetti mentre, in quel mare, potremmo tuffarci per pescare perle
È solo una voce che corre in città: ci sarà un telegramma o una cartolina illustrata, poi dopo qualche settimana riapriranno i cantieri. Daranno la notizia ai parenti più stretti, ancora una volta.
È tutto quello che sappiamo fare bene, così costruiremo navi.
Con tutta la protervia del mondo messa in mare per prendere vite e affetti mentre, in quel mare, potremmo tuffarci per pescare perle


BËL (12)
BRÜ (00)

lector: Robert Wyatt - Shipbuilding E no! Non riesco a dire quale preferisco delle due!
ALFAMA: io preferisco la seconda ma poi non voglio vedermi a parlare per 1 ora di quale versione di pezzo preferisco. Con la ragazza affianco(ma se vivi molte di queste situazioni, ragazze poche suppongo) che sta prendendo a testate lo stereo e mi indica il letto con frecce gigantesche.
lector: No, di solito non mi succede
ALFAMA: neanche a me, era per dire che preferisco il malinconico lieve minimale Wyatt. Semplicemente perchè mi piace di più, ma questo non vuol dire che l'altra mi piace meno. Brutto affare due pezzi fatti entrambi bene. Poi uno è anche scrittore che non vuol dire nulla.
JonatanCoe: L'Inghilterra, il ploretariato operaio, la Thatcher e la sua maledettissima guerra. E la voce di Costello con la tromba di Chet Baker che ti rende dolce persino la collera. Signori, questa è poesia.
lector: Vero!
ErosGiannini: "...c'è chi muore, ucciso dalle navi che costruiamo..." Effetti collaterali. Un piccolo prezzo da pagare.
lector: E si, gran testo
Onirico: Cacciamo i negracci che arrivano sui barconi per rubarci le perle!
lector: Giusto!
imasoulman: porca miseria, professò...stai mettendo in fila pezzi della mia vita. 'I' pezzi della mia vita...
lector: E spero di colpirti ancora al cuore prima che questa piccola rassegna si concluda.
imasoulman: colpito e affondato fin da quello successivo, sei più rapido ed esiziale di un U-Boot
lector: Con zio Randy è difficile sbagliare
Almotasim : Infinita. Una canzone così ha vita propria. Un pelino sopra l'interpretazione di Wyatt, per me, perché ti tiene sempre col fiato sospeso. Ti porta su e giù da una cascata.
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 6)

| DeRango™: 37,42

Tradurre è sempre tradire. 6) Strange fruit
Strange Fruit Lyrics Billie Holiday
E’ strano il frutto degli alberi del Sud, ha sangue sulle foglie e sangue alle radici,
sono corpi neri che danzano cullati dalla brezza del Sud,
Che strano frutto pende dagli alberi di pioppo.
Ecco una scena pastorale del prode sud: gli occhi sporgenti e le bocche contorte,
Profumo di magnolia, dolce e fresco, nell'improvviso odore di carne che brucia.
Ecco il frutto che i corvi beccano,
Che la pioggia coglie, che il vento succhia, Che il sole fa marcire, che gli alberi fanno cadere,
Ecco un raccolto strano e amaro.

BËL (16)
BRÜ (00)

imasoulman: vabbè, stai parlando di uno dei pezzi che non riesco ad ascoltare senza versare lacrime (devo farlo da solo, per non vergognarmene. ci sono cose che vanno fatte da soli) Qualcosa che oltrepassa...tutto
lector: E questo testo ha anche tutta una sua storia che andrebbe raccontata
imasoulman: eh sì. Quel pezzo rappresenta un punto di non ritorno dell'arte afroamericano. insieme stop and start di quello che poteva considerarsi fino ad allora 'l'entertainment' jazz. Billie cantava per i bianchi nei locali gli standard del blues virati in ballabili. Doveva far DIVERTIRE la platea. Poi, di colpo, un pezzo così: i bianchi messi di fronte alle loro vergogne da quella nera (dalla pelle chiara) che fino a cinque minuti prima li distraeva fuggevolmente! Come…
lector: Abel Meeropol era un ebreo di origini russe, professore di storia giù nel Bronx ed iscritto al partito Comunista. Un giorno vide le foto dei corpi di Thomas Shipp e Abram Smith linciati giù a Marion nell'Indiana e buttò giù questi versi; ma fu solo quando finirono sulle labbra baciate dagli dei della musica di Billie che acquistarono il loro vero significato
lector: Thomas e Abram non avevano neanche vent'anni....
imasoulman: questo e 'Blind Willie McTell' di Dylan se la battono tra i testi che più mi sommuovono dentro
lector: E bèh.....
imasoulman: ah, insieme a 'Morning Thoughts' di Gil Scott-Heron
lector: Stai tirando fuori certe robbe....
dsalva: wow!!
lector: E già!
dsalva: ...poi la versione live di Nina Simone!!
lector: Ma anche quella di Wyatt....
dsalva: chissà come l'avrebbe fatta la Pausini
lector: Il pensiero mi provoca brividi lungo la schiena....
hjhhjij: Eh.
lector: Eh si....
JonatanCoe: Sui contenuti del pezzo si potrebbe fare un night and day. Esaustivamente commentato da @[imasoulman,] mi limito a dire che apprezzo tanto la versione dei Siouxsie and the Banshees inserita nell'album di cover 'Through The Looking Glass'.
IlConte: Questo, grosso modo, lo ricordavo... Che storie...
lector: Che donna!
sergio60: Il brano è quanto di più spiazzante si possa ascoltare, una denuncia cruda come i fatti enunciati, a Lady Day portò grandi problemi, dato che metteva in luce cose di cui l America se ne dovrà vergognare per i prossimi 100 secoli,le venne "consigliato" di non cantare più questa canzone e il consiglio veniva da Hoover in persona, non lo fece sapendo di imboccare una strada senza ritorno, le venne fatto di tutto, dall' ostracismo…
lector: Una vera Dea
sergio60: Ps... Bella anche la versione di Siouxie su trought to the looking glass...
tia: Ammetto la mia totale non conoscenza del pezzo. Grazie colmo una lacuna.
lector: Siamo qui per questo :-))
sergio60: Caro Tia, fallo a breve, non sai cosa ti sei perso... Finora...
Almotasim : Mamma mia!!! Strange Fruit
Almotasim : Strange Fruit
lector: Mamma mia!!
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 5)

| DeRango™: 27,72

Tradurre è sempre tradire. 5) Janitor Of Lunacy
Nico - Janitor of Lunacy
Inserviente di paranoia. Custode della follia.
La mia infanzia paralizzata, la mia, raggelata, culla vuota. Porta loro speranza. A loro ed a me.
Tuttofare della tirannia.
Certifica la mia vanità, devitalizza la mia memoria. Sbeffeggia il diavolo ed il suo agire.
Tollera la mia gelosia, riconoscine il disperato bisogno.
Custode della follia.
Dai un nome al mio destino, guarisci i miei sogni ad occhi aperti. E perdona questo urlo implorante, sigilla l’offerta di questo seme.
Infetta questo dolore che ansima.
(To Brian Jones)

BËL (13)
BRÜ (00)

luludia: ah beh, qui mi tocchi nel profondo...
lector: Spero che tu approvi la traduzione (e le libertà che mi sono preso)
luludia: una traduzione molto personale...e così dev'essere....
ErosGiannini: In questa tuo spazio dedicato alle traduzioni, non poteva mancare Nico.
lector: Assolutamente no
sfascia carrozze: Già! Ma, di grazia, chi sarebbe qvesto Nico ?
lector: NICO - STEVEN SEAGAL - TRAILER ITALIANO / 1988 E' questo qua!
sergio60: La cantantrice(se dice così no?) Dell anima inquieta, tocca sempre le corde più sensibili Dell animo...
lector: Un testo davvero oscuro.
sergio60: E accendi la luce no?! 😁
sfascia carrozze: Qveste (libere) DeTraduzioni son molto bellissime. E gliene diamo ampio merito et riconoscimento. Però, mi lasci dirLe, con qvesto materiale è tutto (fin troppo) facile. La invito perciò, per il futuro-prossimo-venturo, àd accappigliarvisi con testi dotati di ben altra cripticità espressiva e metronomia contenutistica: Anal Cunt-Some More Songs Eh.
lector: No, ma questo è TROPPO difficile per me!
sfascia carrozze: Ma son le sfide difficoltose quelle più sfiziose. Eh!
IlConte: Questa traduzione non è veritiera... lo lasci a dire amme' che conosco le Lingue tutte, inglese compreso!!! Questi professoroooooooniiiiii di sinistra che fanno i sapientoooooooniiiiiii #primagliitaglianididestra
IlConte: Ora voglio vedere gli altri ... Ciao grande Prof!!!
sfascia carrozze: E' vero! DeBanniamolo! UH!
IlConte: Facciamogli finire la rassegna e poi #fuoriisinistroidiprofessoroni Ahahahahahahah
IlConte: Cazzo una i in più
lector: Cioè, io sarei un professore sovrappeso e mancino??
lector: Non so se rimanere più basito per l'epiteto "professorone" o "di sinistra"....
IlConte: Ahahahahahahah si fa fatica a scegliere eh?!?!
lector: Infatti!
sfascia carrozze: Reietto!
imasoulman: pezzo lunare in un disco lunare
hellraiser: Bella. Da un gran disco, il mio preferito della biondona
Almotasim : Scura meraviglia
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 4)

| DeRango™: 35,29

Tradurre è sempre tradire. 4) Hurt
Johnny Cash - Hurt HD 720p
Mi sono inflitto una ferita, oggi. Così, solo per vedere se sono ancora capace di provare qualcosa. Mi sono concentrato sul dolore, perché è l’unica cosa vera.
L’ago scava il suo buco, vecchio morso familiare, ci prova a portarsi via ogni cosa. Ma io continuo a ricordare tutto.
Ecco cosa sono diventato, mio dolce, vecchio amico. Tutti quelli che ho conosciuto se ne sono andati, alla fine.
E tu potresti anche prendertelo tutto, il mio impero di rifiuti.
Ed io ti deluderò, io ti farò del male.
Sto qui, sul mio trono di menzogne con indosso una corona di spine, sommerso dai miei pensieri balbettanti
e, no, non posso rimettere le cose a posto.
Nascosti tra le venature del tempo i sentimenti svaniscono. E tu sei qualcun altro. Ed io sono ancora qui.
Ecco cosa sono diventato, mio più dolce tra gli amici. Tutti quelli che ho conosciuto se ne sono andati, alla fine.
E tu potresti anche prendertelo tutto, il mio impero di rifiuti.
Ma io ti deluderò, io ti farò del male.
Se solo potessi ricominciare, magari ad un milione di miglia lontano.
Ma saprò badare a me stesso. Forse potrei trovare la mia strada.

BËL (16)
BRÜ (00)

lector: Si, il pezzo è di Trent Reznor, una delle più belle di quello che, forse, è il loro disco migliore. Ma la versione di Cash è un'altra cosa. Mi dispiace per Trent ma non c'è gara.
ErosGiannini: Credo che Trent sia molto onorato per questa struggente rilettura.
lector: Molto probabile!
JonatanCoe: Una delle canzoni che mette a giro ciclicamente la mia compagna. Così ho avuto modo di soffermarmi sul testo trovandolo molto intenso e struggente. Grazie Lec.
lector: Grazie a te
HOPELESS: "Quando mi hanno chiamato chiedendomi se mi sarebbe piaciuto che Johnny Cash coverizzasse Hurt, ho detto subito di sì. Le mie canzoni sono sempre state la mia terapia, un veicolo personale per restare sano di mente. Quella in particolare veniva da un posto privato, molto personale. Mi faceva un effetto particolare sentire la voce massiccia di Cash che la cantava. Era indubbiamente una buona versione, ma mi sentivo come se stessi guardando la mia ragazza…
lector: Gran bella citazione. Grazie.
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 3)

| DeRango™: 32,74 Isolabile

Tradurre è sempre tradire. 3) Caroline Says II
Lou Reed - Caroline says II (lyrics on clip)

Dice Caroline, cercando di alzarsi da terra, “cosa pensi di ottenere picchiandomi, che gusto ci trovi?”
Dice Caroline, mentre cerca di coprire quei segni sugli occhi, “prova a guardarti dentro, piantala di pensare sempre io, io, io….”
No, a lei non gliene frega niente di morire. Chi la conosce la chiama “Alaska”.
E quando arriva strafatta di anfetamine, tutti ci ridono su e si chiedono cosa ci sarà in quella testa; e le chiedono: “ma cosa ti passa per la testa?”
Caroline gli dice, rialzandosi dal pavimento, “puoi continuare a picchiarmi quanto ti pare, ma io non ti amo più”
Caroline si dice, mordendosi il labbro, “non può essere tutta qui la vita, ci deve essere di meglio, così è solo un brutto viaggio”
Però a lei non gliene frega un cazzo di morire, per questo quelli che la conoscono la chiamano “Alaska”.
Cosi, quando se ne sta, lì, a farsi di anfetamine, loro ridono e si chiedono che ci sarà in quella testa. “Ma che ti passa per la testa?” Le chiedono.
E, poi, lei tira un pugno alla finestra e sfonda il vetro.
“E’ stato strano, proprio una strana sensazione….”
Fa freddo in Alaska.
Fa proprio un freddo maledetto in Alaska.
Dio, quanto fa freddo in Alaska.

BËL (13)
BRÜ (00)

IlConte: Questi professoroooni, filosofoooni di sinistra che si mettono sempre su un piedistallo ma perdono le elezioni ... comunistoni!!! Ah Salvi, testa di cazzo, non esistono manco più i comunisti, persino Silvio non li cita più ahahahahah
IlConte: Quindi sai anche l'inglese, oltre all'ungherese, il polacco, il danese, l'islandese e il tungsteno?! Ahahahahahahah sticazzi il mio prof!!!
lector: Soprattutto il tungsteno!
sfascia carrozze: Esatto! Viva il Pangermanesimo. Ma anche le Melanzane alla Parmigiana! UH!
ErosGiannini: In Alaska fa freddo davvero. Ma per andare avanti, non puoi permetterti che il tuo cervello si sciolga... a costo di farti pestare a sangue, devi sempre mantenere la tua lucidità.
lector: Si, è proprio questo il senso
sergio60: Disco oscuro, pessimista, malato di depressione cronica, eppure un fulgido esempio di scrittura, il malessere messo in piazza, un outing ad urbi et orbi, lucido e tagliente come un rasoio, capace di stanare la bestia in ognuno di noi...
lector: Si: un capolavoro
sfascia carrozze: Che bel commento! Dica da dove l'ha copiato, fellone!
sergio60: Passi il fellone... Ma copiare no!
ErosGiannini: Buonasera Lector, mi hai svelato il testo di un brano di cui non ne conoscevo la traduzione. Ho sempre pensato che per il trascorso con i Velvet, Lou Reed in fondo campasse di rendita. Non sempre si ha a disposizione una traduzione per capire un brano, che può sembrare insignificante. Grazie.
lector: Grazie a te per avere apprezzato. Io considero Reed uno dei migliori scrittori americani del '900 (BUM!). Ok è solo il mio parere, ma non è - poi - così campato in aria
ErosGiannini: Penso che, proprio grazie ad audiofili attenti e sensibili come te, che Debaser si distingue nel mare di tanta mediocrità nella rete.
lector: Thanx
sergio60: Hei eros... Dire che Reed campasse di rendita con i velvet, da l impressione che tu Reed lo conosci poco, il meglio lo ha dato proprio in seguito all uscita dei velvet, e per almeno un decennio capace di lavori di assoluto valore, escluso il suo primo LP poco a fuoco e acerbo, e se la musica era il manifesto leggibile a tutti, i testi sono stati sempre un pugno allo stomaco, diretti, cattivi, capaci…
ErosGiannini: Sergio, ho letto solo ora il tuo commento ed effettivamente ho seguito poco le uscite di Lou. Vedro' di colmare le lacune.
sergio60: Bhe... Mi fa piacere che un mio pensiero sia stato condiviso e te ne sono grato, se permetti posso consigliarti la produzione di Reed dal secondo LP fino al live in italy, non che non vi
sergio60: Siano ottimi lavori poi, ma li c'è tutto quello che ti occorre e credimi non è poco!
ErosGiannini: Grazie a te. Buon weekend.
sergio60: Per così poco?.. Buon fine settimana.. 😀
JonatanCoe: Che discone hai pescato Lec, riascoltato giusto un paio di settimane fa (circa). Ci sarà una canzone, e dico 'una', di Reed che non fa riferimento o cita di striscio le droghe?!
lector: Mi sa proprio di no
JonatanCoe: Immaginavo.
sfascia carrozze: La Lasca è bella. Si sà.
lector: Vero!
HOPELESS: Le risate dei bambini su The Kids così come le risate isteriche al termine di Dark Side of the Moon hanno un effetto strano. Passi dal rischio pianto d'angoscia alle risate isteriche di Eclipse, ma subito dopo la faccia ti ritorna seria e pensi: "Cazzo Rog! Forse hai ragione, stiamo rovinati". Berlin il mio preferito di Reed. PSSSST: Come stai lec?
HOPELESS: * I pianti (the kids)....
lector: Ciao Hope, sto bene, grazie per avermelo chiesto. L'orecchio è andato (persi tutti i toni alti e qualche altra cosa....). Devo vedere se con una protesi risolvo almeno in parte. Sto diventando l'uomo bionico.....😁
sfascia carrozze: Cavolo. Ho sempre adorato la DonnaBionica e soprattutto quel rumore parametallico ripetuto-ad-minchiam nelle scene al rallenty dove compiva compiti inenarrevoli. Lo seppia.
HOPELESS: Mi dispiace per quello che stai passando lec, che dire: concentrati sui bassi and get well soon! Ps: per Reed il più grande scrittore americano era Delmore Schwartz. Hula.
lector: :-))
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 2)

| DeRango™: 35,97

Tradurre è sempre tradire. 2) Christmas Card From A Hooker In Minneapolis
Tom Waits - Christmas card from a hooker in Minneapolis
Hey, Charley, aspetto un bambino, ci pensi? E ho trovato casa, qui, sulla nona strada, proprio sopra quel piccolo, lurido, negozietto di libri. Insomma, lo sai, quello che sta dalle parti di Euclid Avenue.
L’ho piantata con la roba e ci vado piano pure col whiskey. Ho un uomo, adesso. Lui suona il trombone quando non lavora alla ferrovia.
Dice che mi ama – sai? – e non gliene frega niente se non è lui il padre del piccolo. Lo crescerà come se fosse suo, dice. E mi ha anche dato un anello, uno che era di sua madre. E mi porta fuori a ballare, il sabato sera.
Charley, tu mi torni in mente ogni volta che mi fermo a fare benzina; sarà per colpa di tutto quel grasso che ti mettevi sui capelli. Ce l’ho ancora quel tuo disco, quello di Anthony and the Imperials, ma qualcuno mi ha fregato il giradischi. Che vuoi farci?
Vedi, Charley, credevo davvero di impazzire quando hanno beccato Mario. Perciò me ne tornai ad Omaha, volevo stare coi miei. Ma tutti quelli che, un tempo, avevo conosciuto erano morti o stavano in galera; e allora me ne sono tornata a Minneapolis, questa volta per rimanerci.
E, Charley, lo sai? A volte penso quasi di essere felice, ed è la prima volta che mi succede da quando ho rischiato di lasciarci la pelle. Vorrei solo riavere tutti quei soldi che abbiamo buttato per la droga. Mi ci comprerei una rimessa di macchine usate, ma mica per venderle! No, solo per il gusto di guidarne ogni giorno una diversa, a seconda di come mi gira.
Hey Charley, Charley, per Dio!
La vuoi sapere la verità?
Non ce l’ho un marito. Non suona nessun fottuto trombone.
Ho bisogno di soldi, Charley, sono al verde e devo pagare questo avvocato. Lui dice che potrei essere fuori su cauzione.
Per la festa di S. Valentino.

BËL (15)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Un nuovo lascito per l'umanità. Quante volte andrò a rileggere i tuoi post, neanche immagini...
lector: Ellàmadònna! :-))
JonatanCoe: Uomo di poca fede!
Zimmy: Altra grande proposta, sì. Di questa ricordo ben due pregevoli versioni tradotte in italiano: una di Laura Fedele nel suo bel tributo "Pornoshow", l'altra del buon vecchio Vinicione Capossela
Zimmy: Biglietto di Natale
Zimmy: Vinicio Capossela - Christmas Card From A Hooker In Minneapolis (Charlie)
lector: Si, questa era più facile.... Bella la versione di Vinicione!
hjhhjij: Madò come scrive Tom...
lector: E chissà perché non gode, poi, di gran fama come paroliere.
hjhhjij: Non lo sapevo, è una discreta idiozia questa...
lector: Infatti.... Ma, magari, è solo una mia impressione
hjhhjij: Io credevo che i suoi testi fossero ben considerati, quelli di album come "Small Change" "Blue Valentine" o "Rain Dogs" o ancora di "Frank's Wild Years" per dire...
nes: blue valentine credo sia il suo album che preferisco, ma chi se ne frega. Se sei tu che traduci, bravissimo. Se l'idea è solo quella di pubblicare canzoni con traduzioni prese dalla rete, comunque, mi sembra valida. Ma se traduci tu, sul serio: bellissima idea!
lector: Si le traduzioni sono tutte mie e sono anche piuttosto libere, nel senso che mi distacco abbastanza dalla riscrittura letterale. Ogni traduzione è un tradimento, io semplicemente lo confesso prima. Grazie per l'apprezzamento.
nes: Bravo bravo.
dsalva: non me ne perderò una caro Lector.......te l'appoggio (con delicatezza!!)
lector: Ti ringrazio, soprattutto per la delicatezza....
dsalva: oh, non si dica mai!
tia: Sempre interessante ciò che esce dalla tua tastiera..
lector: Thanx
sfascia carrozze: Tradotta in Adzerbaijanese (stretto) è ancora più bella.
lector: Verità indiscutibile!
sfascia carrozze: E' qvesta la veritatis givsta!
IlConte: Waits l'ho conosciuto bene qui da poco e si è inserito direttamente tra i preferiti di sempre miei e pure degli amici demoni...
lector: Si, Waits è uno che ci va d'accordo, coi demoni
IlConte: Ho solo due rimpianti - fattibili - in questo cazzo di vita; non essere tornato con Bruno nel suo Brasile prima che morisse e non aver mai imparato l'inglese... ho i due libri su Peter Grant e quello di Richard Cole ancora lì... per un ledzeppeliniano è imperdonabile ahahahahahahah
lector: Per il primo, capisco che - ormai - sia difficile.... Ma per il secondo, uno come te - solo che trovi il tempo e la voglia - che ci mette ad imparare quelle quattro regolette per affinare quello che già capisci anche solo per intuito?
IlConte: Hai pienamente ragione, di solito se dico una cosa la faccio e la concludo egregiamente... l'inglese è la classica eccezione che conferma la regola... peccato. Tra le due meglio che non trombare ahahahahahahah Però mi sono perso tanta roba... è vabbè. Grazie Prof, un abbraccio a bimbi e signora, col cuore!
lector: Abbraccio che tutti, qui, ricambiamo
sfascia carrozze: Qvesto Bruno mi sarebbe stato sympatico. Ma non necessariamente io à Lui. Perché doveva essere uno (davvero) apposto.
Almotasim : Embebè... waits. Il prossimo nobel per la letteratura.
lector: Come minimo!
ZannaB: Io manco da un bel po' e questa cosa del tradurre è tradire non lo so cos'è, ma porco il clero questo pezzo ti lascia sempre sulle ginocchia!
lector: Vero!
lector

lector : Tradurre è sempre tradire. 1)

| DeRango™: 30,06

Tradurre è sempre tradire. 1) Chelsea Hotel #2
Leonard Cohen - Chelsea Hotel No.2 lyrics

Si, mi ricordo bene di te, laggiù al Chelsea Hotel. Tu stavi parlando e sembravi così dolce e coraggiosa; e poi me lo hai succhiato su quel letto sfatto mentre la limousine ti aspettava giù in strada.
E, insomma, quelle erano le questioni e quella era New York. Era tutto un correre per il sesso e per i soldi. E quello era il solo tipo di amore concesso a noi lavoratori della canzone e, probabilmente, è ancora così per quelli che lo fanno ancora.
Ma tu hai trovato il modo di andartene, vero tesoro? Hai voltato le spalle a tutta quella folla. Te ne sei andata via ed io non ti ho mai sentito dire “ho bisogno di te”, “non ho bisogno di te”, “ho bisogno di te”, “non ho bisogno di te” o altre cazzate simili.
E, si, mi ricordo bene di te. Laggiù al Chelsea Hotel.
Tu eri famosa, quel “pezzo del tuo cuore” era già leggenda. Continuavi a ripetermi che gli uomini ti piacevano belli ma che, per me, avresti fatto un’eccezione. Mostrando i pugni a quelli come noi, ossessionati dall’immagine della bellezza.
Poi ti sei rifatta il trucco ed hai detto “Beh, che ci importa, saremo brutti ma noi abbiamo la musica”
Però, alla fine, hai trovato il modo di andartene, vero tesoro? Hai voltato le spalle a tutta quella folla. Te ne sei andata via ed io non ti ho mai sentito dire “ho bisogno di te”, “non ho bisogno di te”, “ho bisogno di te”, “non ho bisogno di te” o altre cazzate simili.
Ora, bada bene, non sto cercando di dire che ti ho amata più degli altri. Sai, non posso fermarmi a pensare ad ogni usignolo caduto. Però mi ricordo bene di te laggiù al Chelsea Hotel.
E questo è tutto. Alla fine non ti penso neanche tanto spesso.

BËL (14)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Una qualsiasi, eh?!
lector: Già, una facile....
JonatanCoe: Si, come il cirillico.
lector: E, infatti, a rileggerla.... Perdonami Leonard!
hellraiser: Bella iniziativa. La Joplin con il Poeta canadese, bell' incontro
nangaparbat: Brividi. Non ci sono parole per descrivere la bellezza di questa canzone.....
sergio60: Quando la Storia diventa leggenda, pensateci... Momenti irripetibili con personaggi irripetibili, la magia di un tempo Dell oro mai più vissuto... Meditate gente meditate
IlConte: “sono molto dispiaciuto di aver parlato di questa storia che racconta momenti molto intimi. Se ci fosse modo di chiedere scusa ad un fantasma mi scuserei all'istante per aver fatto trapelare questa indiscrezione”... Non penso che si sia offesa Janis...
lector: No, non credo si sarebbe offesa
dsalva: Ahahahah....ma che offesa...per una che se passò 18 una notte a woodstock?
Zimmy: L'ennesima bella idea per una rassegna delle tue, caro Lector (le ultime me le sono perse causa prolungata assenza dal sito, ahimé... me le recupererò). Questa, a mio parere, è la più bella canzone di Lenny, in assoluto. La storia di questa fugace relazione lui e Janis è straordinaria, e il suo modo di raccontarla, di rievocare questo momento intimo in maniera così sentita e distaccata allo stesso tempo, è davvero incredibile e magistrale. Anni…
lector: Ciao Zimmy, grazie per la tua attenzione. Spero che i motivi che ti hanno tenuto occupato non siano stati di tipo spiacevole. La ricordo bene quella recensione su "Blood on the Track" e il titolo di questa piccola serie è proprio un rimando a quella. Queste sono traduzioni in cui mi prendo delle grosse libertà, proprio perché ritengo impossibile se non dannosa la pretesa di una traduzione "fedele". Ho cominciato con la più difficile, è…
Zimmy: Ah, onorato del rimando allora! è molto interessante questa operazione, lo ribadisco. Sulla tua idea di traduzione mi trovi pienamente d'accordo. In ogni caso non preoccuparti ché i motivi che mi hanno tenuto occupato sono stati, principalmente, di studio, quindi in buona parte, per quanto mi riguarda, tutt'altro che spiacevoli
lector: Bene! :-))
lector

lector : Johnny Cash & Joe Strummer

| DeRango™: 22,63

Johnny Cash & Joe Strummer - Redemption Song
E non c'è mica altro da dire....

BËL (10)
BRÜ (00)

IlConte: La canzone rimarrà sempre splendida... e, per quanto mi riguarda, il Cash con il suo timbro e la sua anima farebbe diventare cult e pure pulp anche “Fin che la barca va”...
lector: Cash, Strummer e Marley, che altro?
IlConte: Qualche fanciulla disinibita magari...
lector: Intenditore....
hjhhjij: "fanciulla disinibita" Tipo Orietta Berti, ovvio.
lector: Anche la Berti c'ha il suo perché....
IlConte: Ahahahahahahah
IlConte: Gran guapa l'Oriettona!!!
dsalva: Gran pezzo!
lector: Vero!
lector

lector : "Love's Theme" - Love Unlimited

| DeRango™: 12,86


BËL (06)
BRÜ (00)

mrbluesky: fisico, specialmente
Dislocation: Ma anche chimico. E letterario. E geografico. Anche geograficamente disparato.
hellraiser: A sto punto mettevi Zucchero e facevi prima
lector: Troppo facile
hellraiser: Lo dicevo scherzosamente eh ragazzo, non ho messo la faccina, non intendere male ;^)) però a dirti preferisco Zucchero 😉
lector: Ti voglio bene solo per avermi dato del ragazzo :-))
hellraiser: Sei un pimpante giovine macché! Saluti
sfascia carrozze: L'amore è il motore del mondo. Ecco perchè arranchiamo.
dsalva: love....love....love!
lector

lector : Love Unlimited - Love's Theme

| DeRango™: 16,39

lector

lector : Roky Erickson with Okkervil River

| DeRango™: 20,74

Roky Erickson with Okkervil River - Please, Judge
Se ne è andato via, così....
Ed io non ho trovato neanche il tempo per salutarlo, e vabbé che - tanto - a lui non è che gliene fregasse poi tanto.

BËL (09)
BRÜ (00)

lector

lector : 10+10 Pisciatori controvento. 20) Cecil

| DeRango™: 13,77

10+10 Pisciatori controvento. 20) Cecil Dill Cecil Dill and his musical hands
Signori, il numero uno!
Ora, prego davvero chi abbia la ventura di fermarsi a leggere (ed ascoltare) di non cedere alla tentazione di pensare ad uno scherzo, una boutade, una freakerie o ad un banale coup de théâtre. No Cecil è davvero la quintessenza di ciò che rappresentano questi sacerdoti di un'Arte minore, di un'arte con la minuscola.
Cecil, il figlio di Jennie e William agricoltori in un piccolo buco, chiamato Traverse City, che un bel giorno del 1913, tornando da scuola scoprì di avere un inaspettato quanto insolito talento: le sue mani suonavano. Dapprima suonò "Yankee Doodle" e poi tante altre.
Ci mise trent'anni, trent'anni di studio e perfezionamento per fare di quel suo dono lo strumento per fuggire da quel piccolo buco di Traverse City e da quel lavoro infame (mentre suo padre provava a fare qualcosa del genere aprendo un saloon).
E ci riuscì: arrivò a suonare nella big band di Ted Weems (uno che scriveva canzoni anche per Perry Como) su a Chicago. E le cronache riportano che, più volte, fu capace di rubare la scena agli altri solisti.
La sua apparizione televisiva del 1925 è, comunemente, riconosciuta come la prima performance mai registrata di manualismo.
Si, perché con Cecil nasce proprio una categoria musicale: il manualismo, appunto (e se provate a cercare i video di alcuni di loro troverete cose davvero pazzesche!).
Peccato che la maggior parte dei successori di Cecil si accontentino di farsi trattare da fenomeni da baraccone o da stramboidi.
Peccato....
Guardatelo Cecil, così serio ed impettito; 30 anni di studio e di consacrazione a quel suo dono inaspettato che lo beccò lì, ragazzino, in quel piccolo buco degli States.
Io, vi assicuro, nutro una piccola ossessione per Cecil (ho persino cercato di contattare qualche suo erede....). Su di lui si trovano pochissime notizie, ma - prima o poi - sarò in grado di presentarlo come si deve (questa è una minaccia).
E chissà cosa avrebbe potuto fare se la sua salute non gli avesse dato tanti problemi a cominciare dagli anni '60.
Visse a lungo, Cecil, ma indebolito e debilitato nel fisico. Avrà saputo che altri stavano percorrendo la sua strada? Avrà continuato ad esercitarsi col suo dono?
io so solo che non è, di certo, stato celebrato quanto si sarebbe dovuto.

BËL (06)
BRÜ (00)

lector: Guardate questo, per esempio (lui si fa chiamare Jimi Handrixs)!! "Let It Beef" by Manualist Jim Rotondo
JonatanCoe: ahahahaha sono piegato in due! Anche l'assolo! ahahahahh
dsalva: pensa se la sua arte usciva dal, ehm, eh eh
lector: Su Cecil non si scherza!
JonatanCoe: È andata oltre le mie più rosee aspettative, questo merita prepotentemente la prima posizione. Chapeau Lec!
lector: Thanx!
sfascia carrozze: Certo il suono prodotto non è che sia tra i più celestiali e soavi si siano mai uditi in musica (emanuense o non che sia), però resta il fatto che l'operato di costui incuriosisca. Ma che Lei seppia, esistono "musicisti" similari che hanno prodotto testimonianze ragguardevoli nell'utilizzo dell'incrocio tra mano-e-ascella? Io da bambino ero un virtuoso. Lo seppia.
lector: Ella potrebbe essere il prossimo Cecil! L'inventore dell'ascellismo!
hjhhjij: Bravissimo. Però fa ridere più che altro. Non ci posso far nulla, è una questione di Suono :D
lector: Perché sei un arido cinico....
hellraiser: La Corrida di Corrado sembra. Però è un fenomeno questo signore, fatto bene a sfruttare il "dono".
lector: E tu sei più cinico di @[hjhhjij]
Almotasim : Uh! Avvincente!
lector: Un mito!
imasoulman: alla fine di questa serie non ti si può che definire il Broadway Danny Rose di DeBaser Woody Allen (Danny Rose) in quel film BELLISSIMO (sfido chiunque a dire il contrario, uno dei migliori di Woody, per me, comico ed insieme dannatamente poetico) come ricorderete è un ex-comico fallito trasformatosi in agente teatrale il cui parco-clienti è una corte dei miracoli di artisti bizzarri, attrazioni alternative e surreali quali ballerini di tip-tap con una gamba…
lector: Grazie a te. Comunque, effettivamente, un aspirante critico musicale sordo potrebbe essere un bello spunto per un film comico....
lector

lector : 10+10 Pisciatori controvento. 19) Alvin

| DeRango™: 21,79

10+10 Pisciatori controvento. 19) Alvin Dahn Alvin Dahn - Don't Throw Your Dreams Away (Music Video)
“It’s Time” di Alvin Dahn è un fottuto capolavoro.
La sola “Don’t Throw Your Dreams Away” basterebbe a spiegare perché io amo così tanto questo disco: è la canzone-simbolo, il pezzo che da solo spiega chi sono davvero i “pisciatori controvento”, cosa ci sia davvero dietro la poetica dell’outsider music.
Ma “Itis Time” non è solo quel pezzo, dentro c’è di tutto: ballate country, schitarrate metal, pop barocco, rock da camera….
Se Alvin non è al numero uno di questa lista è solo perché al numero uno c’è il massimo del massimo! Ma lui è giusto un pelino, solo un pelino, sotto.
Il nostro Alvin Schuyler Dahn, nei ’90, faceva il bidello dalle parti di Buffalo, quando fu raggiunto dalla “chiamata”. Si convinse di essere il nuovo John Lennon e che quello era il momento giusto per lui.
Poco importava che fosse un musicista (molto) autodidatta e piuttosto improbabile ed un cantante, diciamo così, “ineducato”. Lui ci credeva!
Così si fece prestare dei soldi e diede fondo a tutti i suoi risparmi e registrò il suo disco. Il disco che Daniel Johnston e Brian Wilson avrebbero fatto se si fossero fusi in un solo corpo.
Chiamò persino la Buffalo Philarmonic e lui si cimentò su quasi 50 strumenti diversi.
Risultato: i soldi finirono prima che il disco fosse completato. Alvin perse il lavoro, la moglie, la casa e tutto il resto. E il disco non girò neppure tra amici e parenti.
Però, di quella follia monumentale e dello strano “custode musicista” qualcuno cominciò a parlare. “It’s Time” divenne un piccolo culto sotterraneo.
Ora su Wikipedia e su qualche sito, si narra che il disco di Alvin fosse stato prodotto dal noto (in America) attore-scrittore-artista-musicista Geoffrey Giuliano. Notizia sbagliata (tanto per cambiare), ma è vero che Giuliano (tra le altre cose anche critico musicale e biografo di musicisti) lavorò ad un documentario su Alvin, “Let Your Mind Out”.
La cosa arrivò alle orecchie del solito Irwin Chusid che volle Alvin in una delle sue compilations di “outsider music”, ma Irwin scelse proprio una delle canzoni più improbabili di quel disco: "You're Driving Me Mad", un pezzo hard rock che Alvin compose mentre si separava dalla moglie (una separazione molto dolorosa). Il pezzo più sbagliato, più lontano dalla poetica di Alvin che si potesse scegliere.
L’effetto furono le solite grasse risate (ed io sospetto che, alla fine, a Chusid questo interessi: fare scalpore, mostrare i freaks, farsi due risate, piuttosto che supportare – davvero – questi musicisti), si andò da chi lo sfotteva chiamandolo Dahn Halen a chi parlò di “un pezzo metal cantato da Ned Flanders”.
Oggi Alvin non suona più.
Qualcuno lo dice finito in un pensionato per single, qualcun altro risposato ed impiegato alla mensa comunale.
Di certo vive ancora a Buffalo ed è ancora pieno di debiti.
E, forse, ha gettato via i suoi sogni.
Ma resta questo disco stupefacente.
Stupefacente, credetemi.

BËL (09)
BRÜ (00)

lector: Alvin è davvero un big, ascoltate anche questa per farvene un'idea Alvin Dahn - The Devil's Candy Dovrò tornare su di lui non basta un semplice ascolto!
lector: You're Driving Me Mad Invece, guarda che cosa andò a scegliere Chusid!
hellraiser: Tutta la mia stima, si è messo in gioco, ha osato, si è bruciato ma se hai un sogno bisogna farlo. Bel pezzo
lector: Un grande....
hjhhjij: Vabè questo infatti non era male.
lector: Per me è proprio bello!
hjhhjij: Vero. Lo tengo da parte questo.
luludia: " Il disco che Daniel Johnston e Brian Wilson avrebbero fatto se si fossero fusi in un solo corpo"...acciderbolina!!!
lector: Ed è esattamente così!
Almotasim : Che palle Chusid. In questo mondo non si può neanche fare gli outsider in pace. Bell'ascolto, Lector. Più degli elefanti. Un plauso a te, all'inizio della serie pensavo che anche tu volessi un po' metterli in ridicolo. Ora li stai riscattando e dando lustro alle loro imprese.
lector: Poveri elefanti-----:-))
lector: "Ma io sarò sempre dalla parte di chi è disposto a perdere, di chi combatte i mulini a vento, di chi offre la faccia agli sputi ed agli sghignazzi di derisione e la testa ai manganelli. E' mio fratello chiunque pisci controvento." Come disse uno, un po' fuori di testa, in una delle sue recensionacce con le quali spacca le palle a tutto DeBaser.....
Almotasim : Questo sì che è un manifesto di grandi intenti!
lector: Ciùmbia!
tia: Io ci sento i Mercury rev! Bello!!
lector: Cavoli!
JonatanCoe: Effettivamente ha incredibili assonanze con la voce di Donahue. Respect!
sergio60: Non conoscevo costui, ma il pezzo è bello...
lector: In effetti lo conosciamo in pochi
dsalva: ehi, non male!
lector: Vero?
imasoulman: boh...rimango sempre più basito (quante cose covano sotto la cenere di chi non ce l'ha fatta...)
lector: Se vuoi dagli un ascolto più attento, per me - in certi momenti e al netto di tutto quello che puoi immaginare - questo disco è una sorta di "Smile" dei sotterranei.
lector

lector : 10+10 Pisciatori controvento. 18) Thai

| DeRango™: 9,00

10+10 Pisciatori controvento. 18) Thai Elephant Orchestra An Elephant's Swan Song
E siamo al podio! Al terzo posto forse la roba più strana che mi sia capitata tra le orecchie (finché funzionavano....): la Thai Elephant Orchestra.
Esatto, un'orchestra di elefanti....
Ora, sugli animali che fanno musica si potrebbe aprire un bel capitolo lungo: a parte le facili battute, esistono davvero una quantità spropositata di progetti e progettini musicali con rane, cani, gatti, uccelli, ecc. ecc. che cantano (e qualche volta suonano) dai canti natalizi, al metal, dalle hit dance al liscio.....
Ma la Thai Elephant Orchestra non è la balzana idea di qualche buontempone per farsi due risate o il prodotto di una qualche cultura extraoccidentale per new agers o fans terminali della world music, né la genialata di qualche originale....
No, questa è roba serissima, dietro la quale ci sono due riconosciuti e paludati studiosi.
Il primo è David Sulzer, neuroscenziato e ricercatore molto noto per le sue ricerche sull'uso di alcune droghe (a ecco....) per la cura di malattie neurodegenerative.
Il nostro Dave ha, però, una seconda vita: col nome di Dave Soldier è un musicista molto attivo (e nienete male, inoltre), tra le tantissime cose ve ne cito solo due: i Kropotkins in cui suona anche una certa Moe Tucker e il Soldier String Quartet, ottimo gruppo che ha collaborato con un sacco di bella gente (giusto per dirne una li trovate su qualche disco di John Cale. Che so "Walking On Locust", per esempio.
L'altro è Richard Lair, tra le altre cose, direttore del Thai Elephant Conservation Center.
Richard e Dave si incontrano e parlano anche di musica, Richard parla a Dave delle straordinarie capacità musicali degli elefantti.
Ora, per chi non lo sapesse, gli elefanti sono davvero portati per la musica: possono memorizzare intere sequenze musicali ed hanno un ottimo orecchio! Ci hanno fatto seri studi a cominciare da quelli del biologo evoluzionista tedesco Bernard Rensch negli anni '50.
Insomma, i due mettono su un'orchestra che va dai 6 ai 14 elefanti (sono sul guinness dei primati!), costruiscono speciali strumenti per loro e li fanno esibire; gli elefanti improvvisano su brevi patterns di Dave, insieme o uno alla volta e l'effetto è....Bhé ascoltate voi stessi!
Hanno inciso tre dischi e, ancora oggi, si esibiscono al Thai Elephant Conservation Center in incredibili spettacoli live.
Quando si dice: "quello suona proprio come un animale!".

BËL (03)
BRÜ (00)

Almotasim : In effetti Annibale tenne un concerto con la sua band di 37 elefanti già nel 218 a.C. sul fiume Trebbia. Purtroppo il bootleg (disponibile su Discogs) presenta presenta segni di usura evidenti.
lector: Lei si che se ne intende!
Almotasim : Mai sentiti prima. Ma dove li trovi? Ascoltati. Niente male. Eh! Non so perché mi han fatto pensare intensamente a Ganesh.
lector: Questi qui non ce li trovi (embé, io c'ho le mie fonti....) ma, se vuoi farti una sana cultura (e qualche bella risata) sulle musiche con animali ed affini fatti un giro su orrore a 33 giri. Davvero un gran bel sito!
Almotasim : Qualcosa avevo visto grazie @[mrbluesky] ma la sezione animali la ignoravo. Bau bau.
mrbluesky: certo ci ho pescato anche io ma non solo da li se no era troppo facile
Almotasim : Alcuni autori li conosci di persona e ti hanno prestato i master. Non c'è altra spiegazione.
mrbluesky: no no mi sono basato spesso sui suggerimenti ma così ho anche duvuto ascoltarmeli tutti ,infatti sono in cura
hellraiser: Ma dimmi te...
lector: Bello, eh?
hellraiser: Molto originale, bello
sfascia carrozze: Pfui! Dei pachidermi suonanti ho tutta la discografia in vinile da eoni. Con le copie firmate, per giunta. Vediamo di scovare cose veramente (ma veramente) sconosciute o altrimenti chiudiamola qua questa inutile serie di dischi notissimi e normalissimi che chiunque abbia un minimo di (contro)cultura musicofila conosce ammenadito in tutti i suoi interstizi e proboscidi. Eh!
lector: Ella ha ragione! Come al solito.... Però la copia autografata la voglio anch'io!
lector

lector : 10+10 Pisciatori controvento. 17) Tony

| DeRango™: 20,49 Isolabile

10+10 Pisciatori controvento. 17) Tony Mason-Cox Tony Mason-Cox - Black
Questa è una storia davvero incredibile (come se le altre fossero da meno....)!
Tony è un assicuratore australiano che un bel giorno (oddio, proprio bello no!), intorno agli anni '90, ha un coccolone.
I dottori gliela fanno nera: operazione d'urgenza, triplo bypass....
Ora, il nostro Tony, non si fida per niente dei dottori e decide che ad operarlo sarà uno strano santone filippino.
Ora il santone filippino, che - tra le altre cose - dichiara di essere una reincarnazione del Cristo - decide di operare il buon Tony senza anestesia....
Bene, io non so i particolari, ma - sia come sia - Tony sopravvive e, a quanto dice, si sente pure bene (le foto dell'operazione sono in bella vista sul suo primo disco)!
Ma la cosa più strana non è neanche questa: è che il nostro Tony, a questo punto, si convince di essere anche lui un'anima reincarnata. Per la precisione la reincarnazione di uno schiavo negro, vissuto in Alabama nell'ottocento.
Tony si trova, pertanto, a ricordare una certa quantità di canti di lavoro, gospel, litanie, preghiere ed altro dello schiavo in questione....
E, ancora più pazzesco, c'è chi lo sta a sentire!
Gli offrono un contratto, gli mettono a disposizione un'intera orchestra jazz che arrangia le sue canzoni (Tony non è un musicista, chiaramente) e gli fanno incidere dei dischi (io ne ho recuperati tre e non credo ce ne siano altri, ma non lo so per certo).
Ecco, ora siete liberi di crederci o no, ma.....

BËL (10)
BRÜ (00)

Almotasim : Ah, volto rassicurante del Nostro. Canto vago come concetto. Ma questo ha una sua precisa collocazione nell'universo. Nera splendente! Bravo, Lector! Bravo a stanare storie di musicisti improbabili. E coraggioso ad ascoltarli. Il santone, forse, può intervenire sul tuo udito? O l'ha gia fatto?
lector: Magari! Io lo cercherei pure, ma il fatto che non ami gli anestetici mi fa desistere.... Non ho una grande resistenza al dolore fisico: ecco perché non ho voluto fare carriera nei servizi segreti.... Grazie per la tua attenzione.
JonatanCoe: Ottavio Missoni esci da questo corpo!
lector: E c'è chi non ci crede....
dsalva: fantastico!
lector: Yap!
imasoulman: il miracolo non è sopravvivere a un'operazione al cuore (triplo bypass, dicasi triplo...) senza anestesia. il miracolo è che, cantando così male, non si capisce come un pronipote di Kunta Kinte non abbia deciso di fargliela per davvero la pelle, sempre senza anestesia. Sembra più un irlandese ubriaco al pub che un bluesman ricurvo a raccoglier cotone
lector: Sei un critico crudele e senza cuore....
imasoulman: però è fantastico, sembra il trait d'union ‘fatto in casa' di tutta quella lunga catena virtuosa che va dalle nenie folk-irlandesi, ai sea-shanty per finire con il salmodiare del blues
lector: Lo vedi che alla fine....
sfascia carrozze: Siamo tutti anime reincarnate. Io, pere sempio, ero un ornitorinco O un armadillo, non ricordo con esattezza.
hjhhjij: Lei era un armarinco, probabilmente. Ma io ero un animale molto più bello. Molto più potente. Il toporagno.
lector: Lo supponevo!
hjhhjij: No è che subire un'operazione del genere senza anestesia l'ha fatto sbroccare. Io pure, sopravvivendo miracolosamente, imparerei improvvisamente tutto il repertorio del menestrello medievale alla corte sassone del 987 (maggio).
lector: Probabile....
hellraiser: Se faceva l'assicuratore al pari livello di come canta... sticazzi, il cane di Segugio.it è piu intonato
lector: Magari quello stonato è il suo spirito-guida!
hellraiser: Comunque sempre ascolti top i tuoi! Ma dove li pizzichi sti qui..
lector: Nel primo ascolto di questa lista un po' svelo le mie fonti principali.... Comunque, il fatto che sono completamente pazzo aiuta!
lector

lector : 10+10 Pisciatori controvento. 16) Silent

| DeRango™: 14,45

10+10 Pisciatori controvento. 16) Silent Night
Johnny "Bowtie" Barstow.
Larry Goldings è uno bravo: tastierista jazz innamorato di Monk, ha lavorato con gente come Scofield, la Bley, Metheny…. E parecchi altri (io vi consiglio di cercare “Saudades” in trio con Scofield e DeJohnnette, con cui ha vinto anche un Grammy).
Insomma uno bravo davvero.
Una sera – siamo in pieni anni ’90 – Larry se ne va all’Angry Squire di New York per seguire una di quelle serate “open mic” dove si esibiscono “dilettanti allo sbaraglio”.
Ora io non lo so se fu un caso o se Larry fosse andato proprio per lui (che era diventato una piccola attrazione di quelle serate), ma lì, Larry, incontra il “nostro” Johnny “Bowtie” Barstow.
Johnny è un programmatore informatico professionista (e questo – giuro – è tutto quello che so di lui) e cantante a tempo perso.
E’ un’illuminazione.
Larry si porta Johnny nel suo studi casalingo e, per due anni, incide e arrangia tutto quello che lui canta.
Così viene fuori questo “A Bowtie Christmas and More”, una raccolta di canti natalizi e “all time classics” registrati sia in studio che live.
E’ stato difficilissimo scegliere cosa farvi ascoltare: le interpretazioni di “Bowtie” sono tutte allucinanti e davvero non so dire se l’effetto di classici natalizi sia più straniante o meno di una “Girl From Ipanema” o di una “As Times Goes By”.
Ma Larry ci crede e Bowtie pure.
Ed io, più l’ascolto e più comincio a crederci pure io…
Un critico serio come J. Kellman lo ha paragonato a Coltrane….
Ma vuoi vedere che….

BËL (07)
BRÜ (00)

lector: The Girl From Ipanema Dovete ascoltare pure questa!
dsalva: atroce!
lector: Vabbé dai, un po' di poesia.....
JonatanCoe: La cacofonia è clamorosa a tal punto che mi piace, ma adoro ancor più il pupazzo di neve con la fisionomia del berlusca.
lector: Clamoroso, giusto....
Mr Wolf: Stanno mandando il pezzo del "cappellaio" su radio Tandem.
lector: Ho sentito....
Almotasim : Ecco la musica che stavo cercando...
lector: Lo so, questa è roba giusta
sfascia carrozze: Sé non sono squilibrati non ci piacciono. Si sà.
lector: Ora so di piacerLe.....
lector

lector : 10+10 pisciatori controvento. 15) Charlie

| DeRango™: 17,75

10+10 pisciatori controvento. 15) Charlie Tweddle/Eilrach Elddewt Eilrahc Elddewt - Four empty bottles
Tornano, dopo una breve pausa (preoccupati, eh?) i pisciatori controvento!
E questo è uno davvero speciale....
Charlie Tweddle è un vero cowboy: cappellaccio, baffoni, musica country e tutto il resto. Solo che, a cavallo tra '60 e '70 il nostro Charlie si prende una sbandata per le storie di alieni e dischi volanti (complici, forse, anche qualche "sostanza" strana e l'incontro con i raeliani), cambia nome in Eilrahc Elddewt e sforna, nel'71, questo "Fantastic Greatest Hits" in una tiratura di circa 500 copie.
I pochi che si ritrovarono tra le mani il disco in questione (ben prima che la cosa si ripetesse con i Jesus & Mary Chain ed altri) riportarono il disco indietro convinti che fosse rotto....
Infatti Charlie aveva creato l'ibrido più incongruo, deforme, inaudito, anormale che si potesse concepire: country e musique concréte (tenute insieme con lo sputo ed avanzi di psichedelia), testi assurdi e rumori ambientali, praterie, stelle e....stalle!
Come se Skip Spence fosse nato a Nashville, come se Pierre Schaeffer avesse fatto un disco con Dolly Parton....
Quando, nel 1999, i Matmos pubblicarono "The West" (copiando - inconsapevolmente credo - l'idea di Charlie/Eilrahc) tutti gridarono al colpo di genio, alla novità assoluta (qualcuno ricordò "Requia" di Fahey, ma era solo un'assonanza), ma nessuno si ricordò di Charlie.
Una vera ingiustizia!
Il disco, naturalmente, divenne un must tra collezionisti e ricercatori di "stranezze"; finché non fu ristampato nel 2004, via Companion records.
Oggi Charlie disegna, produce e vende (a prezzi notevoli) cappelli da cowboy (e cappelli "da cerimonia" di sua creazione), che sono anche molto richiesti.

BËL (08)
BRÜ (00)

IlConte: Si, vabbè ma fai un Nobil libro Prof!!! Tutte ste storie insieme sono una Nobile bellerrima Follia!
lector: E chi pubblicherebbe mai una simile serie di storie di fuori di testa?
imasoulman: estiqatsi! se il riferimento è ‘Requia' di Fahey, dove ho vissuto fino ad ora?
lector: Oddio, è più che altro un "sentore" ecco.... Questo è mooolto più "terreno"
lector: Però merita un ascolto
JonatanCoe: Ecco il fornitore di fiducia per copricapi di Gira. FreakShowMustGoOn!
lector: Probabile!
ALFAMA: credo che questo "Sigmund" from "Shawnee, Ohio" abbia cercato una simile operazione. ricostruire la vita del suo paese recuperando voci , rumori originale, dare corpo ai ricordi con l'aggiunta di suoni attuali, ogni pezzi un nome di una persona un ricordo. Mai sentito nominare quindi ingiustizia, ma nella musica "Ingiustizia è un termine che non esiste Bella storia come sempre, ma questa volta mi cerco il lavoro e mi lascio catturare dall'atmosfera che gravità intorno…
lector: Molto interessante
ALFAMA: peccato che mi manchi l'inglese ma in libretto con fotografie molto ben fatto . Siami in un crocevia fra Americana Primitiva e abient e field recording. Il Nuovo
lector: Vale la pena di cercarlo!
ALFAMA: Che fa storcere il naso a entrambi, è qui sta l'interessante. Io lo trovo un bel lavoro perché mi ga ascoltare con piacere cose che non sopportavo, mi apre un mondo
ALFAMA: VA - Anthology of contemporary music from Africa continent (2019) Posse consigliarle un disco disco dove nuovo è vecchio perdono di significato e ne acquistano nuovi se si ascolta a cuor leggero. Dischi che danno lavoro ai musicologhi ma a parte questo è un piacere
ALFAMA: e #ilnuovocheavanza
lector: Che mi dai del lei? Lo cercherò di sicuro (anche se sono ancora mezzo sordo.....)
Almotasim : Che storia, Lector! Un disco con Dolly Parton chi non se lo sarebbe fatto...
lector: In tutti i sensi....
ALFAMA: Montemor anche questo ha una sua bellezza da catturare anche per questo così interessante. Dischi da conservare questo è il Vol II. oro digerito questo mi cimento con il vol. I
ALFAMA: ascolto quello proposto da te è pur essendo musicalmente lontano dalla mia mente musicale lo dento interessante, appunto perché ci sento un'anima. Per la cronaca non sono "sconvolto" quindi esiste una verità dietro le mie idee
hellraiser: "Il mio falegname con 30 mila lire lo fa meglio" (cit.)
lector: Non ne dubito
lector

lector : 10+10 Pisciatori controvento. 14)The Del

| DeRango™: 12,88

10+10 Pisciatori controvento. 14)The Del Rubio Triplets. Whip It
Le tre gemelle Boyd (Elena, Eadie e Milly) erano praticamente inseparabili: "un corpo unico con tre teste", si definivano. Erano nate ad Ancòn in Panama nel 1921 da una famiglia che contava, tra le sue fila anche una first Lady (la prozia Edith Bolling Galt Wilson, che era stata la moglie di Woodrow Wilson).
Fu a 14 anni, dopo un viaggio ad Hollywood, che decisero di tingersi tutte e tre i capelli biondi. Nacquero così le "Del Rubio Triplets" (rubio=biondo in spagnolo).
Le tre sorelle, tra gli anni '40 e '60, provarono a sfondare come trio musicale e, pure, qualcosa combinarono: cantarono con Xavier Cougat e Bob Hope, fecero concerti e spettacoli ed anche qualche show alla radio o in tv, ma il successo, quello "vero" non arrivò.
Stavano per mollare tutto quando, nel 1965, la malattia della madre, le costrinse a tornare a Panama. In quei giorni cantarono e suonarono per la loro mamma, finché lei non si spense e si accorsero che riuscivano a portare gioia in quel posto di dolore.
Decisero che quella era la loro strada.
Per tutti gli anni '70 e parte degli '80, girarono l'America col loro camper per esibirsi negli ospedali. Sempre vestite con gli stivaloni, le minigonne, il trucco vistoso e quel mare di capelli biondi. Ed un repertorio di centinaia di canzoni, dagli standard jazz alla musica rock (anche di gruppi punk e new wave).
Sempre insieme. "Non possiamo trovare marito. Per ognuna di noi, prima viene Dio, poi le altre due sorelle, poi la musica. Un marito avrebbe dovuto accontentarsi di essere al quarto posto".
Poi, nel 1985, le scopre Alee Willis (che non era l'ultima venuta, tra le altre cose si era già portata a casa ben due grammy awards).
La Willis impazzisce per le tre gemelle Boyd, le porta dappertutto, le infila ai parties che contano e le fa suonare ovunque lo invitino.
Così le Del Rubio Triplets incidono due dischi e vengono scritturate per un certo numero di spettacoli nelle tv nazionali.
Il loro successo maggiore sarà questa versione terribile di "Whip It" dei Devo ( @[noveccentrico] non mi dire che non hai questo disco!), main repertorio avevano cose incredibili, dai Rolling Stones ai Nirvana, dai Doors ai canti natalizi!
Poi, nel 1996, Eadie muore e la storia finisce lì. Un corpo solo con tre teste, ricordate? Non ha senzo continuare senza una di loro.
Milly rimarrà sola nel 2001 e se ne andrà via, anche lei, nel 2011.
Alee Willis le è stata vicina fino all'ultimo.

BËL (05)
BRÜ (00)

lector: Light My Fire @[il Conte] questa è per te.
IlConte: Chi è questo falso Conte... minuscolo?! Comunque ... strepitous!
lector: SENZO!! Uccidetemi!
ALFAMA: letta sgambettando sulle note di " Neutron Dance"
imasoulman: una meraviglia! altro che 'terribile'!!
Almotasim : Wow! Quoto Elena. Però anche Eadie e Milly...