Miglior album degli anni ottanta secondo DeBaser.

Qui sotto c'è la classifica "Miglior album degli anni ottanta" secondo gli utenti di DeBaser. Se vuoi partecipare anche tu, prepara la tua classifica dello stesso tipo!

Un disco composto e suonato in uno stato di grazia. Uno dei pochi dischi che si identificano in un epoca, un suono, un mood ben definito. Solare, scintillante, tagliente. Tradotto, seppur retoricamente, in immagini efficaci nel video di "Glittering Prize", nel quale tutto (dai fondali, agli strumenti alle facce dei… di più


Joy DivisionCloser
Album - 18 luglio 1980

Noto che ci sono già altre mille recensioni su questo album, i puristi storceranno il naso, ma questa viene scritta dal sottoscritto a scopo terapeutico. di più


Sin da quando, nel 1962 con "Takin' Off", Herbie Hancock esordì sul mercato discografico, dimostrò che dalla sua aveva non solo capacità tecnico/compositive di prim'ordine, ma anche e soprattutto una grande voglia di sperimentare al fine di allargare i propri orizzonti musicali verso territori "poco conosciuti": molto spesso questa ricerca… di più



Era una soffitta, polverosa ma non troppo, con qualche finestra, il legno delle cornici scassato, un paio di sedie da dimenticare da quanto erano scomode. Io ed il mio vecchio giro di amici avevamo in seguito optato per l'amplificatore, a ciascuno il suo. Ci si sedeva sopra, si faceva finta… di più


ZZ TopEliminator
Album - 23 marzo 1983

"Eliminator" è l'ottavo disco in studio del trio texano ZZ Top, e il loro lavoro più conosciuto ed apprezzato. Curiosamente fu anche il primo album, fin dal loro debutto, a non avere nel titolo un chiaro riferimento alla cultura spagnola. di più


1984. Viene inciso First Circle. Pat, Lyle Mays alle tastiere, Steve Rodby al basso, Pedro Aznar corista e Paul Wertico alla batteria. E' il quarto album del PMG, quello definito da Pat e soci, il migliore album di sempre, sia dal punto di vista del suono che delle melodie. Pat… di più


Talk TalkSpirit of Eden
Album - 16 settembre 1988

I Talk Talk se avessero terminato la carriera con “The Colour Of Spring”, album del 1986, li avremmo accostati inevitabilmente a “Such A Shame” e “It’s My Life”. L’album citato, nonostante abbia una maturazione nelle composizioni, un sound più ricercato e influenze pseudo jazz, non è la fine della storia.… di più


La prima metà degli anni 80 ha visto nascere e morire decine di gruppi di synth-pop.I Japan nascono nel lontano 75 e dopo i primi due album di incerto glam-rock cominciano a trovare la loro strada con le sonorità del terzo lavoro "Quiet Life".Sonorità che si avvicinano al synth ma… di più



11° UltravoxVienna
Album - 11 luglio 1980

Londra vede formarsi nella metà degli anni Settanta una band che si accosta nelle prime file della scena della decade successiva. Gli Ottanta di luci e brillantine presentano varie sfaccettature. Non sono soltanto la voglia di moderno, di evoluzione sociale e tecnologica, ma anche di contraddizioni, oscurità e tempi bui. di più


Correva l'anno 1984…non so cosa si erano fumati i Minutemen o cosa avevano bevuto, o se si erano drogati, o erano in uno stato di grazia, o in estasi, o avevano visto la Madonna, fatto sta che concepirono questo meraviglioso disco: Double Nickels On The Dime. E in effetti si… di più


Premetto: "Offramp" è indissolubilmente legato ad una parte un po' difficile del mio remoto passato, di cui è stato l'assoluta colonna sonora nonostante le mie ribadite origini e preferenze da rockettara; resta evidente quindi che per me è soprattutto un disco importante a prescindere da tutto e che da non… di più


Guardando le recensioni di DeBaser, ho notato che manca quella relativa ad un album simbolo degli anni '80, ovvero "It's My Life" dei Talk Talk. di più


Che Pat Metheny sia stato nel corso della sua lunga e longeva carriera uno di più grandi ed apprezzati chitarristi di jazz moderno è oramai cosa innegabile. Musicista eclettico e dotato di una gran tecnica, il nostro s'è distinto nel corso degli anni grazie ad un sound fresco e moderno,… di più


Se mi dovessero chiedere quale disco potrebbe avere lo stesso effetto devastante per le orecchie di un attento pubblico, paragonabile a quello di un petardo lanciato in un autobus pregno di gente alle ore 8.00 in una città come Roma, sicuramente stiamo parlando di "Making Movies". Il terzo capitolo della… di più



"Looking for a ride to your secret location, where the kids are settin' up a free-speed nation, for you..." di più



20° New OrderTechnique
Album - 24 gennaio 1989

"RIFLESSIONI IN DISCOTECA" di più


Questo è il settimo album dei Roxy Music. di più




24° The StranglersLa Folie
Album - 9 novembre 1981

Grande, grandissima band gli Stranglers. Una band atipica come atipica era la loro musica, molto Punk come attitudine musicale ma distante allo stesso tempo dal Punk canonico prima e della New Wave poi; e questo la mettevano sicuramente sotto una luce molto particolare. di più


Ragazzi, ma ve la ricordate la mattina di Natale quando si era bambini?! Quel risveglio ansioso, quell’attesa fiduciosa mista alla paura che i nostri desideri potessero non essere esauditi. La magia e il mistero irrompevano nelle nostre vite; la sensazione che ci fosse una realtà diversa, un mondo sconosciuto e… di più


Tanto va la gatta al lardo…” o anche “Moglie e buoi…”. di più


"Breve compendio in 13 lezioni di generi musicali prevalentemente di origine nera, curato e suonato da musicisti britannici, rigorosamente bianchi". E' l'etichetta che metterei a questo disco, coloratissima insalata russa di suoni, in cui la maionese sono i due Style Council (Paul Weller e Mick Talbot) e i loro collaboratori,… di più


"Sparkle In The Rain" ha l'arduo destino di succedere a "New Gold Dream", l'album simbolo degli anni ottanta e lo fa superando l'esame a pieni voti. Sicuramente è diverso dal precedente album ma i Simple Minds hanno sempre composto in maniere da non essere ripetitivi. Le sonorità rock si fondono… di più


29° UltravoxRage in Eden
Album - 11 settembre 1981

Per sintesi di massimi sistemi, pochi gruppi come gli Ultravox hanno incarnato a tutto tondo l'idea - in sé già sconfinata- di new wave. Un gruppo partito con tante chitarre, giubbotti di pelle, un nome col punto esclamativo da tradizione old school, presto mutati in candide mise new romantic, trucco, simbologie… di più


Ecco, l'e-mail di conferma registrazione è arrivata.. "adesso faccio parte anch'io del club di debaser" penso con soddisfazione. Clicco, giro, sbircio qua e là per le recensioni e... cosa? No, non è possibile, ci dev'essere un errore! Niente sui mitici Bauhaus? Nessuno conosce questo mitico gruppo? Niente su "In the… di più


31° The CureDisintegration
Album - 1 maggio 1989

Il buio, in quanto buio, sta all’opposto della consolazione. La luce, in quanto luce, riscalda e potrebbe essere che. La storia ci insegna che il condizionale ed i postulati spesso vanno a farsi benedire a braccetto. Se poi si avvinghiano, hai voglia. di più


Confesso di aver provato una certa emozione quando ho visto sugli scaffali la nuova edizione deluxe, doppio con versioni rimixate e qualche inedito, di "Our Favourite Shop" dei The Style Council. di più


33° PixiesSurfer Rosa
Album - 21 marzo 1988

Ho sentito questo disco per la prima volta ieri sera e la prima cosa che mi è venuta in mente (dopo un liberatorio "Finalmente un po di rock figo" ripetuto più volte dentro di me) è stata DEVO ASSOLUTAMENTE RECENSIRLO!!! di più


34° NirvanaBleach
Album - 1 giugno 1989

Ho lo sguardo fisso su un dettaglio: l’iridescenza in alto a destra di un’opale che in questo momento è verde smeraldo. Il gioiello raffigura due pesciolini che idealmente si tuffano in verticale nella pietra preziosa incastrata nell’argento. di più


Era il giugno 1994, io e il mio ex eravamo nella sua casa in campagna a rovistare fra i suoi vecchi dischi in vinile, lui allora trentatrenne aveva vissuto intensamente tutto quel periodo musicale che a me mancava completamente (nel '94 avevo 21 anni), passammo tutta la notte a parlare... Led… di più


Nel 1989 il cantautore Tom Petty, famoso in tutta l'America dal lontano 1976, decide di abbandonare per un po' la sua band di spalla The Heartbreakers, per dedicarsi (se così la si può chiamare) ad una carriera solistica, che durerà a livello di nome per qualche disco. "Full Moon Fever"… di più


Dinosaur Jr. è la creatura di J Mascis, artista tuttofare e dispotico leader, qui ("You're living all over me" è il suo secondo album, pubblicato dalla SST nel 1987) ancora affiancato da Lou Barlow, che presto verrà cacciato per "divergenze artistiche" e troverà maggior fortuna con i suoi Sebadoh prima… di più


Se viaggiando nell'Albionica del sud, arrivi (sbagliando strada, non c'è altro motivo) a Woking e le ore passate al volante alleate allo scroto schiacciato da 80 kg di inaspettato, sprovveduto esploratore dell'ultim'ora, ti sussurrano "cazzo, fermati ora", ecco, potresti visitare il famos.. ehm il grand.. il tripode futuristico di Michael… di più


"Brothers In Arms" è quel disco che subito salta alla mente quando si sentono nominare i Dire Straits. Uno dice "Dire Staits" ed ecco che la mente libera lo spazio necessario per metterci un bel cielo azzurro con un po' di nuvolette sparse qua e là e una chitarra dobro… di più


“Avalon” UNO dei più bei capolavori sentimentali degli anni ’80 e indubbiamente IL capolavoro in assoluto dei Roxy Music. Bryan Ferry l’Artista più sensuale e affascinante di tutti i tempi, trascinatore di sentimenti, maschio incorruttibile, calamita ipnotica. Questo Album ha la sua storia, è stato voluto in onore di John… di più



Avendo completato la discografia degli Ultravox di Foxx con "Systems of Romance", mi son sentito in dovere di farlo anche per Midge Ure con l'album "Lament" del 1984. di più



Se sei un adolescente di Milwaukee nei primi anni '80 hai davvero poco per cui vivere. Forse sperare che il papà ti dia la macchina per poter portare fuori la cheerleader di turno (se va bene ci scappa la pomiciatina in camporella) e magari trovare i soldi per comprare il… di più


45° Big CountryThe Crossing
Album - 19 luglio 1983

Uno dei gruppi europei più interessanti dei primi anni Ottanta, fra i pochi in grado di unire e fondere al rock elementi tratti dalla tradizione musicale scozzese e dal folk celtico. di più



THE SMITHS The Queen is dead di più



49° Black SabbathSeventh Star
Album - 28 gennaio 1986

Nel 1986, i Black Sabbath sembravano essere arrivati al capolinea: della formazione originale era rimasto il solo mitico baffone Tony Iommi, e la tanto paventata reunion con Ozzy (vociferata dopo una loro unica esibizione al Live Aid dell'85) non avvenne, con quest'ultimo oramai alle prese con il successo del suo… di più


Nick Mason, parlando del corso più recente della sua band, sembra aver archiviato "A momentary lapse of reason" come uno dei capitoli meno riusciti e più pretestuosi della sua carriera. Vuoi perchè nato da esigenze particolarmente poco ispirate, vuoi perchè messo insieme in una fase sicuramente poco serena, Mason reputa… di più


51° The WhoFace Dances
Album - 11 marzo 1981

Il ritorno degli Who dopo la morte di Moon è sancita dalla pubblicazione nel 1981 di "Face Dances" . Al posto del vecchio batterista c'è Kenney Jones, rodato operaio della scena rock degli anni '70, per il resto la formazione è sempre la stessa. di più


Prima di rinchiudersi nello scantinato. Prima di fissare il suo pugno colmo di mosche. Prima di mutarsi in ragno e penzolare amaramente dai fili delle sue fragilità. di più


53° ChristianCara
Album - 7 febbraio 1984

Avete comprato Led Zeppelin IV? Si. Avete consumato Thriller di Michael Jackson? Si. Conoscete a memoria Back in Black? Si. Avete Cara di Christian del 1984? Si. di più



Quando è stato pubblicato "From the Lions Mouth" avevo già abbandonato gli studi. Terminato il liceo mi ero iscritto a Matematica, perché da ragazzo avevo letto troppo Asimov e volevo diventare uno psicostorico. di più


Non è mia intenzione recensire i primi tre magnifici parti della band guidata dallo sfortunato Adrian Borland. Ci sarebbe molto da scrivere e, sicuramente, c'è chi lo ha fatto meglio di me (vedi altre recensioni). di più


57° Fugazi13 Songs
Compilation - 1989

FUGAZI (brani 1-7) di più


All’uscita di Toto IV, nella primavera del 1982, Lukather, Paich e i Porcaro brothers erano affaccendati con un cantante a quel tempo abbastanza noto, nella registrazione di un suo disco piuttosto insignificante, e destinato a rapido oblio. Io invece ero affaccendato a pugnalarmi a morte in cameretta, al pensiero di… di più


Un giro di basso stentato ed esitante, la batteria entra secca e metallica, da lontano si inseriscono le esili pennellate della chitarra elettrica di Charlie Burchill, infine il tutto viene raccolto e strutturato in melodia dalle morbide sonorità delle tastiere di Michael Mc Neil, e il canto di Jim Kerr… di più


60° The CurePornography
Album - 3 maggio 1982

Di tutte le favole del rock quella del cosiddetto post-punk è forse la più affascinate: una generazione di musicisti svezzati da David Bowie e Lou Reed e violentemente sverginati da Johnny Rotten... non poteva che uscirne una schiera di artisti maledetti, dannati, assoluti geni irraggiungibili nella storia del rock. Intendo… di più


Tra le pose orrorifiche, i costumi da zombie, le urla lancinanti a ritmo di disco-music, di tanti gruppi in preda alla febbre dark, gli Swans rappresentarono sicuramente un esempio artistico di valore inavvicinabile. di più


Oltre ad essere un capolavoro d’origine, con la ristampa dell’album uscito nel 1984 sono state aggiunte otto tracce di cui sei “allo stato brado”, naturali e spontanee con arrangiamenti aggiuntivi improvvisati e due dal vivo, portando l’album ad acquisire un ulteriore valore aggiuntivo. Alla struttura completamente orchestrale è assegnato un… di più


Questo cd l'ho RUBATO! Me lo feci prestare per un losco secondo fine (doverlo poi restituire...), ma mi piacque così tanto che rinunciai al secondo fine e me lo tenni. Potevo chiaramente comprarmene un'altra copia, ma non era questione di soldi... tra me e QUELLA copia era nato qualcosa. Notai… di più


Cerimoniale solenne e mistico, "Spleen and Ideal" si propone come ideale confine fra musica popolare e canto religioso medievale. Il duo anglo-australe composto da Brendan Perry e dalla soave Lisa Gerrard si fregia stavolta di strumenti classici fra percussioni, fiati ed archi; ciò sarà fondamentale nel timbro del disco, che,… di più


65° Dire StraitsLove Over Gold
Album - 20 settembre 1982

Nel settembre del 1982, mentre ascoltavo per radio la classifica dei 45 giri più venduti nel Bel Paese, sento la speaker citare il nome Dire Straits ed un brano (che poi si rivelerà "Private Investigations") piuttosto melenso con una onnipresente chitarra acustica intenta ad accompagnare quasi tutta la composizione, che… di più



Sembra che su Discipline si inizi a mettere a fuoco palesemente la frequentazione di Gurdjieff che Fripp si era concesso per "perdersi in galassie e nebulose indistinte, a scovare mondi nuovi, quelli dentro noi stessi". E il lavoro di Gurdjieff su se stessi, un lavoro di scavamento spietato, si nota… di più


68° QueenThe Works
Album - 27 febbraio 1984

Con "Live Killers" (1979) la carriera dei Queen mette un punto definitivo a quella che era stata la strada artistica intrapresa dall'omonimo esordio fino alla fine dei '70. La svolta elettronica di "The Game" (1980) giunge a neanche due anni dal suono roccioso di "Jazz" (1978), al cui ascolto non… di più


Due sono i capolavori assoluti uniti tra di loro e che personificano la morte come alternativa “alla vita” e sono 'Seventeen Seconds' e 'Faith', rappresentati dall’interposizione dell’esistenza tra la vita e la morte sottoforma di eclisse. di più


Correva l'anno 1988, la New Wave rantolava prossima alla fine, un gruppo di nome Jesus and Mary Chain aveva già riportato le chitarre al centro del rock con uno stile non meglio definibile se non (meravigliosa) coltre di rumore e feedback su canzone pop, e in Irlanda un gruppetto di… di più


...non lasciarmi adesso, lasciarmi fuori sotto la pioggia battente, con la schiena contro il muro, non lasciarmi adesso... di più


Uh-oh! Ci fanno notare che questa recensione compare anche (tutta o in parte) su truemetal.it e ci è stato chiesto di rimuoverla. di più


Il marzo del 1976 a seguito dell'american tour del mese di gennaio, il gruppo prende unanimemente la decisione di un periodo di break, che pur non essendo un'anticipazione di uno scioglimento, lo diverrà quando sia Lord che Coverdale si interesseranno a tempo pieno ai loro rispettivi progetti solisti. Nel contempo… di più


Nail, ovvero uno degli album più intensi e potenti della storia della musica tutta. James Thirlwell, in arte Foetus, giunge a questo prodigioso capolavoro nel 1985, in anticipo di almeno un decennio su molto rock avvenire. Nail, ancora oggi, presenta lati oscuri e poco chiari, ma è anche questa la… di più


Per i molti che (purtroppo) non conoscono questo curioso gruppo, sappiate che gli Ozric Tentacles sono una band inglese partorita e capitanata da quel geniaccio di chitarrista, tastierista e compositore Ed Wynne. Lui e la sua band, dopo alcuni anni di militanza live, decidono nel 1989 di entrare in studio e… di più


76° Big CountryThe Seer
Album - 14 luglio 1986

Pubblicato nel 1986, "The Seer" è il disco che chiude la prima e fortunatissima fase della carriera dei Big Country. Insieme a "The Crossing" e a "Steeltown" è l'album che riassume una vicenda artistica che, nonostante una partenza elettrizzante e sicuramente originale, è riuscita solo in parte a mantenere le… di più


77° PixiesDoolittle
Album - 17 aprile 1989

Non sono stati semplicemente una delle band più influenti degli ultimi quindici anni, i Pixies, sono stati anche e sopratutto una delle interpretazioni più folli e geniali che si siano mai avute del Rock; geniali perchè in pochi sono riusciti a trattare con la stessa disinvoltura materiali tanto diversi come… di più


Uno dei capolavori degli anni 80. di più


79° Galaxie 500On Fire
Album - 24 settembre 1989

Anche questa volta l’estate fallirà; il sole scialacquerà presto tutta la sua energia, ritirerà le lingue di fuoco dentro la sua tana e si leccherà le sue tiepide ferite. di più


Ho empatizzato i grandi dischi come questo divenendo loro nella vita reale, praticandoli nei loculi domestici e fuori nelle strade, localizzandoli in un luogo del mio corpo di cui non ho sensibilità ma che ho fatto un mestiere a supporre. Nel 1984, esce il capolavoro dei Replacements di Minneapolis, indie… di più


Non reputo i Jesus and Mary Chain un gran gruppo, non mi dicono molto in definitiva, ma c'è un loro disco che invece mi dice tantissimo. Risponde al nome di "Psycho Candy", ed è il primo album degli scozzesi in questione, 1985. Parlando di Shoegaze molti nominano (giustamente, per carità)… di più


82° Cocteau TwinsTreasure
Album - 1 ottobre 1984

La mistica marea del sogno travolge i miei sensi. Dream-pop esoterico irradia di sabbia magica la polvere della realtà; cornucopie colme di armonie argentee, di ritmiche increspate, di timbriche squillanti. di più


Un profano, un estraneo. Qualcuno che si avvicina ad un universo che non è il suo, cercando di capirlo, comprenderlo e assimilarlo. Compito arduo forse, ma la ricompensa è grande: avere qualcosa di nuovo da amare. Personalmente mi sono sentito così nei riguardi di Tom Waits quando mi avvicinai alla… di più


Vagando a ritroso nel tempo, "dopo il lavoro, il tempo libero, il tempo passa e i passa-tempi", mi ricordai di un biascicante quanto cencioso pezzo di vetro. Lo notai ieri, per terra, frantumato da tempo immemore, mentre mi accingevo pensoso lungo le cervellotiche vie di Milano, vicino San Babila, fresco-fresco… di più


I Simple Minds sono un gruppo la cui nascita si collega direttamente a quel fenomeno imprescindibile che è il punk e a tutto quello che immediatamente gli succede. Dopo aver mosso i primi passi distinguendosi per un suono innovativo che aveva avuto come protagonista una primigenia combinazione ancora non eccessiva… di più


Solo quel presuntuoso di Elvis Costello, con quel ciuffo da secchione del rock'n'roll, quegli occhiali da primo della classe del cantautorato moderno, quella faccia da: "Ve lo faccio vedere io come si scrive una canzone immortale", poteva chiamare un disco "Get Happy!!". Eppure, a distanza di ventisette anni dal suo… di più


"Playing With Fire" è stata la mia iniziazione a un viaggio spaziale attraverso il mondo sonoro degli Spacemen 3, e lo considero il loro capolavoro indiscusso, un'opera che si dispiega come un intricato enigma di suoni psichedelici e visioni cosmiche. Quest'esperienza si manifesta come un viaggio onirico, un'odissea sonora che… di più



Ehi si... me l'ero ripromesso e alla fine ce l'ho fatta... ho trovato un po' di tempo ed ora eccomi qui, a recensire un grande del jazz, un certo Pat Metheny :), che nel 1989, compone quello che a mio parere è il suo miglior disco: Letter From Home. L'album,… di più


Il miscuglio di influenze che spesso contraddistingue un gruppo, non è mai completamente identificabile. Prima di tutto perchè il gruppo che viene "influenzato", a meno che compia una mera operazione di "imitazione", cerca di rielaborare il suono attraverso lo spirito del "suo tempo". In seconda istanza perché non è facile… di più


"The Perfect Prescription" è un trip cosmico che fa immergere l'ascoltatore nei recessi più profondi della propria mente. Il gruppo faceva un pesante uso di droghe e consigliava l'ascolto della loro musica sotto effetto di sostanze stupefacenti. Questo capolavoro musicale è una sinfonia minimale che va oltre il concetto stesso… di più


Jeffrey Lee Pearce è stato una delle pelli più dure del Rock And Roll, una di quelle pelli che non rivedremo mai più in giro... eccessi e tormenti di una Rockstar controcoglia, e di quella sua voce sciamanica alla Jim Morrison (è infatti considerato il Morrison degli anni 80) che… di più



(Vi sono mancato ? Credo di no... Beh, almeno sono contento di ritornare a scrivere "recensioni", del resto se qualcuno non rinnova le ca**ate su debaser, chi lo fa ? La risposta è che il sottoscritto si è preso l'incarico di rinnovare le ca**ate su debaser, anche se non ce… di più


I Talk Talk mi fanno paura. Nel senso che non concepisco come abbiano fatto a toccare le “vette” del successo, almeno in Europa, con una manciata di singoli synth pop intelligentissimi, molto catchy ma anche creepy, e che abbiano poi, in divenire, virato verso una forma di ambient colta, che… di più


96° Bad ReligionNo Control
Album - 15 luglio 1989

Quando si parla di Bad Religion non si puo dimenticare il valore che hanno avuto all'interno della scena punk/hardcore sia per il livello delle composizioni e sia per l'influenza che hanno avuto sulle future generazioni, a livello concettuale e musicale si possono collocare come degni eredi ed epigoni di invettive… di più


Partiamo da un dato di fatto: questo è il miglior album dei Flaming Lips. di più


Il più importante gruppo hardcore, per dio. Paranoia, rivoluzione e riconsiderazione di se stessi e del movimento in generale si prendono per mano, per formare in quel di Washington DC la "roba nuova", finalmente definita in tutte le sue parti. Capita che questo pelato (che sono 25 anni che se… di più


99° The CureFaith
Album - 11 aprile 1981

Dopo la pubblicazione di "Seventeen Seconds" il gruppo di Crawley si immerge in un lavoro dalle tinte ancora più grigie e sofferenti. Mai come in "Faith" il senso di decadenza sara' cosi' evidente in un disco dei Cure; i pezzi,se nel predecessore erano gia' piu' lenti rispetto all'esordio di "Three… di più


100° Bad ReligionSuffer
Album - 1 novembre 1988

Ma noi siamo realmente liberi? Abbiamo il sacrosanto diritto di incazzarci? Apparentemente si... Ma siamo pursempre vittime di riti del caso e titoli da rispettare... Ed allora ecco questo album "subire, sopportare, soffrire" Suffer in una parola, che racconta la vita di strada ma qui non è fatta di puttane,… di più